Apple, quando il piccolo fa tendenza: ecco i nuovi iPhone 12

Condividi

apple iphone 12

Quando si dice “nella botte piccola c’è il vino buono”: c’è poco da fare, i detti dicono sempre la verità. Questa volta – tanto per cambiare – è Apple che lo conferma direttamente dall’ “Hi, Speed”, l’evento annuale tenutosi all’Apple park, a Cupertino, durante il quale la multinazionale statunitense ha annunciato – insieme al protagonista della serata, l’iPhone 12 – una carrellata di novità.

iPhone 12 – 12 Mini – 12 Pro – 12 Pro Max.

Queste le quattro varianti che arriveranno sul mercato. La prima cosa che salta all’occhio è l’addio – momentaneo o no è tutto da vedere – ai bordi arrotondati e un ritorno ad uno stile più squadrato, ripreso con l’SE di seconda generazione lanciato sul mercato lo scorso aprile.

iPhone 12 e iPhone 12 mini

12 e 12 Mini con OLED XDR super retina: un grande salto in avanti per lo schermo – 6,1 pollici per il primo e 5,4 per il fratello minore – con il nuovo vetro Cheramic Shield e la risoluzione praticamente raddoppiata rivoluziona lo smartphone di casa Apple.

A14 Bionic, già montato sui nuovi iPad Air, è il chip presente su entrambi (il più potente che uno smartphone possa vantare, “il più evoluto di sempre”, stando a quanto comunicato dall’azienda per bocca di Greg Joswiak) con sei CORE, due per l’alto carico e quattro efficienti, Quad-Core GPU made in Apple e 16 Core per l’NPU – motore neurale sempre made in Apple – niente di più efficiente si può trovare, su uno smartphone, in questo momento.

Dolby vision, HDR e 5G

HDR e Dolby Vision, i principali protagonisti del comparto fotocamera che, grazie al nuovo grandangolo e alla larghezza delle lenti, garantirà foto più luminose (comprese le videochiamate con FaceTime, in alta definizione, e appunto la possibilità di girare video con una qualità superba, in HDR e Dolby Vision). Anche se il Mini strizza l’occhio al 5S – mantiene tutte le particolarità sopra elencate che lo renderanno, insieme al fratello maggiore, unico.


Non dimentichiamo il 5G, con tempi naturalmente molto più rapidi per upload e download, garanzia di alta qualità in streaming sia per il gioco che per l’audio/video. Il tutto senza che la durata della batteria possa risentirne grazie alla modalità Smart Data atta a bilanciare tutte quelle esigenze legate proprio al 5G.

I prezzi.

939 Euro il 12 e 839 Euro il Mini, i prezzi di partenza dei nuovi gioiellini di casa Apple, in pezzature da 64 – 128 e 256 Gb e nelle colorazioni bianco, nero, blu, rosso e verde.

i nuovi iphone 12

iPhone 12 pro e iPhone 12 pro max.

Passiamo ai grandi della famiglia: 12 Pro e 12 Pro Max che tengono le basi dei precedenti, anche se si differenziano partendo dal telaio (acciao inox più lucido) ma con delle particolarità che li rendono davvero unici.

Partendo dal teleobiettivo 52 mm, per le foto in lontananza, e il 4X di zoom ottico perfetto per chi predilige ritrarre un soggetto da vicino (a questo scopo troviamo anche la modalità per i ritratti notturna).

Zoom 5x, LiDAR e mappa 3D

Alte prestazioni per il comparto foto e video (anche in condizioni di poca luce) grazie all’ ultra grandangolare e i sette elementi dell’obiettivo che con i suoi 120 gradi ci permetterà di scattare foto straordinarie durante i nostri viaggi (5x di zoom e 65 mm di lunghezza focale dell’obiettivo per il Pro Max, ancora più potente del Pro).

LiDAR (già presente negli iPad), e la mappa 3D dell’ambiente che ci circonda, con la sua analisi dei tempi di rimbalzo della luce nell’ambiente ,appunto, e il nuovo sensore, presente su entrambi i modelli.

Stima con precisione la distanza (e conseguente realtà aumentata e profondità più realistica), migliora la messa a fuoco rileva il soggetto in ambienti poco illuminati, consentendoci i ritratti in notturna.

I prezzi.

1.180 Euro e 1.289 Euro, rispettivamente per Pro e Pro Max, in pezzature da 128, 256 e 512 GB e nelle colorazioni oro, argento, blu e grafite.

L’ambiente e il tornaconto personale dei consumatori; questo il nodo da sciogliere aprendo la confezione dei nuovi modelli di melafonino visto che Apple, al fine di ridurre l’impatto ambientale con meno rifiuti prodotti non includerà più nè gli EarPods nè il caricabatterie.

Accessori inclusi sui nuovi iPhone.

Troveremo soltanto il cavo lighting/USB-C e i magneti per la nuova ricarica iPhone, il sistema MagSafe (e MagSafe Duo per Apple Watch e iPhone), alimentazione magnetica wireless da 15w made in Apple.

In merito a questo, l’azienda lo aveva già annunciato nel corso dell’evento di presentazione dei nuovi modelli di iPad, che il risparimio sarebbe quantificato in 2 tonnellate l’anno di rifiuti risparmiati, oltre che l’obiettivo “carbonio zero” entro i prossimi dieci anni)

L’HomePod Mini, altro prodotto tanto atteso (niente, almeno per adesso, sui tanto chiaccherati AirTags, che vedranno la luce probabilmente nei prossimi mesi, e sugli AirPods Studio, le cuffie over-ear non Beats che erano già state escluse dall’evento giorni prima), che con i suoi 5 centimetri entra a far parte della famiglia Apple come nuovo fratellino dell’HomePod.

Sferico, monta il processore S5 e garantisce prestazioni incredibili per un dispositivo di queste dimensioni; supporta Siri (Amazon Music e Pandora saranno supportati a breve), trasmetterà TuneIn, tra le altre migliaia di stazioni radio.

Offrirà ad Apple la possibilità di lanciarsi su questo mercato, considerando i 99 dollari di prezzo di lancio (in pre vendita dal prossimo 6 novembre).

Informazioni Autore

Maniscalco Filippo

Blogger, copywriter, project manager. Propositivo e dedito al lavoro, gestisce ogni progetto con passione e dedizione. Appassionato di lettura, scrittura e musica. contatti
DESIGNTEGRATOR.COM | © 2020 | Cookie e Privacy | Agenzia Grafica - Sede di Palermo