Cosa ̬ un ebook? Come crearne uno di successo Рguida dettagliata

Condividi

This post is also available in English. Click here to go directly to the english version.

Scrivere un libro, indipendentemente dalla scelta autoriale o meno, è un ottimo mezzo per un imprenditore atto a costruire e far crescere un’azienda; questa, infatti, che sia cartacea o digitale, è una parte fondamentale della nostra strategia aziendale ma, prima che desse i suoi frutti, ci sono delle cose importanti che dobbiamo tenere a mente. Di seguito, in dieci passaggi, spiegheremo come creare un ebook efficace che ci aiuterà a raggiungere i nostri obiettivi di business.

come creare un ebook

Perché creare un ebook

Prima di snocciolare i dieci passaggi, andiamo a rispondere alla domanda “perché dovrei creare un ebook?”. Il motivo è presto detto, riassumibile con “aiuterà la nostra azienda in tanti modi”:

  1. Innanzitutto potrebbe diventare un secondario flusso di entrate economiche (probabilmente, dal nostro primo libro, non guadagneremo molto, almeno non subito; i soldi arriveranno dopo un’accurata e mirata campagna marketing, promuovendo il libro, e comunque non prima del quarto/quinto lavoro. Se mirassimo ad un tornaconto economico soltanto con gli ebook, allora è meglio mettersi subito al lavoro, tenendo conto che non avremo un guadagno immediato).
  2. Aumento della credibilità, cosa non da poco per un’azienda neonata o che ha intenzione e mezzi per entrare ne mercato.
  3. Il nostro ebook potrebbe entrare a far parte della nostra canalizzazione del marketing; al fine di ottenere clienti potremo distribuire gratuitamente le copie del nostro lavoro, chiedere in cambio le email della gente a cui diamo le suddette e trasformarle in clienti.

Come creare un ebook

Le basi – Iniziamo dai “perché”

Per capire le basi, per inculcare bene in mente come e perchè creare un ebook, cerchiamo di rispondere ad alcune domande e poniamoci degli obiettivi; “perché stiamo scrivendo questo libro?”, “quale sarà il suo ruolo nel marketing aziendale e nei nostri contenuti?”, “quali servizi o prodotti vogliamo che rafforzasse?”, “cosa vogliamo ottenere?”. Fondamentale, al fine di mettere in piedi un ottimo lavoro e restare motivati per tutto il corso dell’opera, chiarire i motivi che ci hanno portato a questa scelta già dall’inizio, prima ancora di iniziare con la realizzazione.

Passaggio 1: instaurare un rapporto con il lettore

Se possiamo già vantare una nostra attività conosciamo benissimo il nostro cliente ideale; vogliamo che sia questa la persona che legga il nostro libro, lettore che corrisponda al nostro cliente ideale, cerchiamo quindi di avere una concezione chiara della suddetta: chi è, in termini demografici (età, sesso, ecc.) e psicografici (come il comportamento). Scopriamo quali soluzioni cercano, le ricerche su portali come Amazon o Google, eccetera. Si tratta di un passaggio fondamentale quindi non saltiamolo, ci aiuterà a scrivere ciò che le persone (i nostri clienti e potenziali tali) vogliono realmente leggere.


Passaggio 2: Scegliamo il giusto argomento

come creare un ebook pianificare schema

Cerchiamo di evitare la filosofia o di narrare storie che vogliamo restassero impresse nella mente per i secoli a venire; scegliamo un argomento di nicchia, o a cui la gente ̬ realmente interessata, in cui possiamo rispondere alle domande Рipotetiche e non Рdei lettori. Successivamente, se lo volessimo, potremo allora divertirci a scrivere e allargare gli orizzonti.

Passaggio 3: Pianifichiamo lo schema

Una volta capito come creare un ebook e scelto l’argomento di cui parleremo, possiamo iniziare a pianificare uno schema per il nostro ebook; partiamo dalla fine, cercando di immaginare cosa dovrebbero essere in grado di capire, o di fare, i nostri lettori dopo aver letto il nostro libro. Iniziamo con i messaggi chiave, questi saranno i nostri capitoli.

Facciamo un esempio, con un libro dal titolo “Non sarò più single”; questi sono i messaggi chiave che ci aspetteremmo nel caso ci imbattessimo in una simile lettura:

  • Sono conscio del periodo che stai vivendo
  • Questa è una delle cause principali per cui questo ti sta accadendo
  • Ho una soluzione al tuo problema
  • Queste le modalità con cui puoi cambiare la situazione
  • Ecco come rialzarti, andare avanti e trovare la persona giusta per te

Scriviamo quindi i punti chiave atti a far comprendere ogni messaggio al lettore; questi, una volta scritti, confluiranno nel contenuto dei nostri capitoli. Questa fase, oltre a rendere concreto il nostro libro, quindi darci la consapevolezza di scrivere gli argomenti giusti per il lettore, ci farà risparmiare un bel po’ di tempo.

Passaggio 4: Scriviamo il libro

Allora, diciamo che non esiste una regola ma se fossimo bravi e amassimo scrivere tutto sarà sicuramente più semplice e divertente. Un consiglio è quello di farlo al mattino, appena svegli, prima di cominciare le nostre normali attività anche se l’ispirazione potrebbe arrivare in qualunque momento: portatevi dietro il supporto con cui vi piace scrivere e appuntatevi ogni cosa reputaste utile allo scopo.

Se non amiamo la scrittura o ci rendiamo conto che la nostra grammatica è lontana dall’essere premiata dall’Accademia della Crusca, allora possiamo registrare noi stessi durante la narrazione dei contenuti e poi chiedere a qualcuno (in giro ci sono delle piattaforme che forniscono tali servizi) di trascriverle.

come creare un ebook - scriviamo
queenofinfographics ebook design

Anche sulla lunghezza non esiste una regola, diciamo che la qualità batte la quantità; assicuriamoci di fornire ciò che abbiamo promesso, senza che il contenuto risulti troppo leggero, dando modo al lettore di chiudere il libro soddisfatto e non con la sensazione di essere preso in giro e aver perso solo del tempo.

Passaggio 5: Scegliamo un titolo di impatto

Se abbiamo già svolto tutte le varie fasi sopra descritte quella del titolo non dovrebbe essere troppo complicata; cerchiamo di non essere troppo “intelligenti” o enigmatici nella scelta del titolo (non siamo degli autori di grido, che possono permettersi titoli criptici e giochi di parole. Siamo alla prima esperienza, non dimentichiamolo). Per riuscire al meglio pensiamo alla SEO: utilizziamo, ad esempio, i risultati di ricerca su Amazon per vedere cosa ne esce fuori, oppure Keyword Planner di Google per vedere cosa gli utenti stanno cercando. Utilizziamo, se lo riteniamo opportuno (funziona bene), un sottotitolo a supporto (“come…”).

Passaggio 6: Formattazione del testo

Paragrafi, capitoli, eccetera eccetera, è quanto include la formattazione base: suddividiamo il testo in capitoli più piccoli, al fine di una migliore leggibilità, con sottotitoli e titoli. Se è nostra intenzione offrire il lavoro in download gratuito, allora possiamo convertire il lavoro in documento PDF (se abbiamo aggiunto grafici, immagini, eccetera, diamo un’occhiata per capire se ci sono errori o tutto è come dovrebbe).

Utilizziamo un modello se invece abbiamo l’intenzione di distribuire il libro su piattaforme di terze parti come Amazon; se volessimo stampare su richiesta ci sono opzioni per Kindle e per altri formati diversi di tascabile.

formattazione del testo

Passaggio 7: Controlliamo tutto…E Controlliamo ancora.

Com’è facilmente intuibile, possiamo sì produrre da soli e a buon mercato un ebook ma ci sono due zone in cui non vogliamo di certo lesinare: l’editing e il design della copertina. Chi lavora nel settore passa attraverso a fasi continue di modifica, correzione ed editing; sul contenuto possiamo introdurre la nostra community o i nostri seguaci sui social e fare in modo che siano loro ad apportare le correzioni di cui potremmo aver bisogno. Questa potrebbe anche essere una mossa vincente per far lievitare le prime vendite ancor prima della pubblicazione.

Mi raccomando: controlliamo, controlliamo e ricontrolliamo; assicuriamoci che non ci siano errori, gli errori di ortografia sono i segni peggiori che classificano un libro come non professionale e questo, più che aiutarla, danneggerà la nostra attività. Ricordiamoci di stamparlo, nella versione digitale potremmo perdere alcuni passi che non ritroveremo più se non avessimo una copia fisica di riserva.

Passaggio 8: “Non giudicare un libro dalla copertina”

Il problema è che non sempre è così, anzi. Il design professionale della copertina è l’altro fattore importantissimo per un libro; tutti noi abbiamo già acquistato un libro prima d’ora, no? Abbiamo fatto giri su giri all’interno di tutte le sezioni delle librerie alla ricerca del libro perfetto? Anche se non sempre è così, in molti casi ci si sofferma grazie alle copertine accattivanti quindi, se la nostra sembrerà amatoriale e non catturerà l’attenzione degli utenti, rischiamo che il nostro lavoro non riceverà i clic sperati.

Avremo quindi bisogno di una copertina che comunichi chiaramente il messaggio del libro e a chi è destinato (se abbiamo optato per una piattaforma di terze parti, come Amazon, assicuriamoci che la copertina sia adatta alla categoria scelta e che sia supportata da una miniatura. Riguardo al formato, consiglio un 2D per Amazon e un 3D per il nostro marketing).

Passaggio 9: Utilizziamo il Funnel Marketing

Supponiamo che il nostro lavoro farà parte della canalizzazione del marketing, possiamo farlo lavorare a pieno regime per i nostri obiettivi aziendali, cerchiamo quindi di piazzarlo in evidenza; possiamo creare una pagina di destinazione atta a far iscrivere l’utenza e fornire loro una copia gratuita (in formato PDF) chiedendo in cambio il loro indirizzo email.

Se intendiamo distribuirlo in piattaforme di terze parti, possiamo includere un link di partecipazione, all’interno del libro, al fine di portare gli utenti verso la nostra community o verso il nostro sito web (mettiamolo tra le prime pagine in modo che anche coloro che non lo acquistano potrebbero comunque osservare il link). Il link dovrebbe comunque apportare un valore aggiunto, come una serie di video, un corso email, fogli lavoro per accompagnare il contenuto, eccetera.

marketing funnel

Passaggio 10: Promozione!

Anche se crediamo finito il lavoro, dopo la stesura del libro e la sua pubblicazione, non è affatto così: se ci fermassimo adesso non avremo indietro nulla e il nostro sarà stato tempo sprecato. Cosa possiamo fare per far parlare del nostro libro? Io, ad esempio, tempo fa, registrai il primo capitolo e lo inviai gratuitamente alla mailing list per conto di un cliente.

Vi sono svariati modi per spargere la voce: utilizziamo i contatti di posta elettronica, la nostra community e i seguaci sulle piattaforme sociali, possiamo effettuare un pre-lancio con dei bonus per gli utenti in lista d’attesa e copie gratuite, oppure inserire nella firma della nostra email il link al download. Ci sono davvero tantissimi modi per promuoverlo, l’importante è farlo, con creatività o meno ma farlo.

Siamo alla conclusione di questa breve mini-guida su come creare un ebook che abbia successo. Abbiamo visto cosa è un ebook, perchè può essere importante per il nostro business ed abbiamo cercato di spiegare come crearne uno. Bene, è ora di metterti all’opera… il tempo è denaro.

Informazioni Autore

Salvatore Maniscalco

Designer, sviluppatore, creativo. Nel settore della comunicazione dal 2008, gestisce i progetti con l'entusiasmo del primo giorno. Appassionato di scrittura, lettura e musica. Contatti
DESIGNTEGRATOR.COM | © 2020 | Cookie e Privacy | Agenzia Grafica - Sede di Palermo