WebP РCosa ̬ e come convertire da webP a jpg (e viceversa)

Condividi

Ad oggi non devi essere un professionista per gestire la conversione di immagini, questo grazie agli innumerevoli software e app online che permettono di convertire da webP a jpg, png, gif (e viceversa).

Una percentuale alquanto alta di utenti abbandona un sito web se non carica entro tot secondi, ecco perché l’ottimizzazione delle immagini è una delle regole fondamentali per ottimizzare le prestazioni di un sito web.

Esistono diverse opzioni per convertire da webp a jpg, png o gif grazie all’utilizzo di semplici app, oppure online. Vediamo come procedere.

da webp a jpg
Cosa è il formato webp e come esportare da webp a jpg, png, gif ed altri formati

Cos’è il WebP?

WebP, o weppy, come viene colloquialmente pronunciato, in realtà non è poi così nuovo, è stato annunciato oltre dieci anni fa (nel 2010) e da allora ha subìto una serie di modifiche e aggiornamenti che lo hanno condotto allo stato attuale. Attualmente è divenuto popolare per le battaglie dei formati di immagine di nuova generazione e, attualmente, è supportato da Chrome, Firefox, Opera, Edge e Safari.

Al fine di capire perfettamente cosa rende unico questo formato sarebbe d’aiuto conoscere tutti i formati immagine e le loro differenze; ma, al fine di velocizzare le cose, nelle righe che seguiranno passeremo direttamente alla punta di diamante del WebP, la compressione.


Compressione

La compressione riguarda la codifica dei dati del file in meno bit, o parti di dati digitali, rispetto all’originale; la compressione si divide in due rami principali: senza perdita di dati e con perdita di dati. Nella prima, la qualità dell’immagine resta la stessa al diminuire della dimensione dei dati, mentre nella seconda la qualità diminuisce leggermente al diminuire della dimensione dei dati.

Per dirla in soldoni, le immagini WebP mantengono la stessa qualità rispetto alle controparti per merito della compressione superiore, ma risultano solitamente più piccole. Vuol dire che, l’utilizzo di questo formato di immagini per il nostro sito, lo renderà più veloce diminuendo l’archiviazione dei dati.

Stando ai dati riferito da Google, la compressione senza perdita è del 26% più piccola rispetto a PNG, mentre quella con perdita risulta del 25-34% più piccola rispetto a JPEG. Va da se che per tutti coloro che utilizzano molte immagini, il passaggio potrebbe avere un impatto significativo soprattutto sui dispositivi mobili, riducendo il caricamento di preziosi millisecondi.

compressione webp
La compressione in webP ha perdite nulle rispetto ad altri formati compressi

Versatilità

La versatilità è un altro dei vantaggi di questo formato, che incorpora sia l’animazione che la trasparenza. Generalmente non si trovano nello stesso formato: si doveva usare PNG per sfondi trasparenti e GIF per le animazioni. Nulla supportava entrambi al tempo stesso.

Questo, insieme al timbro di Google, lo condurranno fino al formato web predefinito.

WebP – I pro e i contro

Anche se le caratteristiche sembrano impressionanti e rivoluzionarie, c’è ancora qualcosa da sapere prima di capire se è quello adatto alle nostre esigenze:

Pro

Tempi di caricamento: Più rapidi, le dimensioni ridotte del file permettono alle pagine con immagini WebP un più rapido caricamento. Non si può dire che non sia un enorme vantaggio, considerando che un utente su quattro abbandonerà, senza farvi ritorno, il sito con tempi di caricamento superiori ai quattro secondi.

Spazio di archiviazione multimediale: Minore, la sua compressione avanzata si traduce in minore spazio di archiviazione. Perfetto sia in termini di spazio, considerando quei siti che investono molto sui contenuti, che in termini di denaro per l’hosting web.

Trasparenza e animazione: WebP, come detto sopra, è l’unico formato a supportare sfondi trasparenti, PNG, e animazioni GIF; senza considerare che supera la compressione JPEG.

da webp a jpg
I pro e i contro del formato webP

Contro

Non tutti i browser lo supportano: Anche se fa parte del re dei browser, sono ancora molti quelli che faticano ad adottarlo, come Internet Explorer. La soluzione alternativa implica la creazione di un’immagine di fallback in HTML, ma la creazione di un intero altro file come backup, a volte, nega tutto lo spazio di archiviazione aggiuntivo risparmiato con l’utilizzo di WebP.

La qualità: Ancora è ridotta, non tanto uno svantaggio di WebP quanto di tutta la compressione con perdita di dati. Per molti potrebbe non essere un problema ma per quei siti che puntano sull’estetica visiva, fotografia e design grafico, potrebbe esserlo eccome.

Come convertire WebP?

Da webp a jpg (e viceversa) con app e software

Molti software lo supportano (Sketch o Photoshop per citarne un paio), quindi possiamo crearli direttamente alla fonte, ma se abbiamo immagini preesistenti o che provengono da qualcosa che non supporta tale formato avremmo bisogno di un convertitore.

Vi sono svariate scelte, come XnConvert che funziona su Mac, Windows e Linux.

Da webp a jpg online (e viceversa)

Ezgif è un convertitore online che supporta anche webp, ma sono davvero tantissime le alternative. Ad esempio, converto.io è una popolare app online che supporta la conversione da webp a jpg e viceversa.

Convert.io è sicuramente una delle più funzionali app online. Zamzar è l’ennesima alternativa per convertire da webp a jpg (e viceversa) online.

da webp a jpg e viceversa
Convertire immagini da webp a formati jpg, png, gif e viceversa

Conclusioni

Considerando l’effetto positivo sui tempi di caricamento, praticamente ogni sito o social inizierà a beneficiare di questo formato; l’unica pecca, come detto, riguarda la non piena compatibilità con tutti i browser perché non tutti lo implementano. Controlliamo quindi le nostre analisi di utilizzo per conoscere le preferenze degli utenti e se questo passaggio potrebbe influenzare.

Buona fortuna!

Informazioni Autore

Maniscalco Filippo

Blogger, copywriter, project manager. Propositivo e dedito al lavoro, gestisce ogni progetto con passione e dedizione. Appassionato di lettura, scrittura e musica. contatti
DESIGNTEGRATOR.COM | © 2020 | Cookie e Privacy | Agenzia Grafica - Sede di Palermo