Una guida all’hosting web (ed alcuni consigli sui migliori)

Condividi

I neofiti del sito web, quindi tutti coloro che hanno iniziato da poco una nuova avventura aprendo un sito web, iniziano a prendere confidenza con termini quali “interfaccia front-end” o “web hosting“, iniziando a separare acronimi specifici come SEO e IP ad amalgama casuale. Non sai ancora bene cosa vogliano dire questi e altri acronimi ma li hai già sentiti più volte? Bene, in questa guida andremo a rispondere alla domanda “cos’è il web hosting?”, che in realtà non è poi così complicato, o tecnico, come si possa pensare; spiegheremo quello che c’è da sapere quando si inizia un sito: cosa cercare, i diversi tipi e come funziona.

Il team di Liquid Web a lavoro

Cos’è il web hosting?

In parole povere, l’hosting web è il luogo in cui ospiti i dati del sito web (backup, supporti, formattazione, eccetera); i dati del sito web vengono archiviati su di un server – compresi i server cloud – e l’utente, nel momento in cui entra e naviga sul nostro sito, accede automaticamente a quel server.

Il server è un hardware alquanto complesso, di conseguenza si sceglie di affittare lo spazio – almeno lo fanno la maggior parte delle persone – dai vari provider di hosting web; pensiamo a questi come ad un proprietario di casa che affitta le varie stanze ad altri inquilini, mantenendo anch’esso lo spazio in modo che garantisca il funzionamento di tutti i vari servizi.

Se abbiamo deciso di aprire il nostro sito per mezzo dei vari web builder, come Shopify, Squarespace o Wix, allora non dobbiamo preoccuparti dell’hosting dato che questi lo forniscono all’interno dei loro pacchetti.

Anche se abbiamo un hosting gestito non significa che il nostro lavoro è terminato; l’hosting non copre aree come il nostro nome di dominio (è la stessa cosa dell’url o indirizzo web); anche se sono diverse le società di hosting che, come attività separata vendono anche i domini, l’acquisto di questo è una cosa a parte, un servizio separato.


Al tempo stesso, anche se a volte li troviamo inclusi nei vari pacchetti, funzionalità secondarie come quelle di posta elettronica non sono incluse con l’hosting web.

I 5 principali tipi di web hosting

Di seguito illustreremo i cinque tipi più comuni di web hosting, in modo da avere una chiara idea di cosa cercare:

Hosting condiviso

Questa è una delle forme più comuni del web hosting e consiste nella condivisione di risorse e spazio: diversi siti sono ospitati nello stesso server. Questo avvantaggia il provider visto che può utilizzare in modo più efficiente i propri server mentre l’utente ottiene un prezzo migliore, visto che non sta pagando il server per intero. Uno degli svantaggi sta nel poco spazio che avremo a disposizione, quindi è destinato principalmente ai siti che non generano molto traffico.

Hosting VPS

Virtual Private Server – o VDS, Virtual Dedicated Server come è anche conosciuto – segna un passo in avanti rispetto al precedente; sì, condivideremo ancora lo stesso server con altri utenti ma avremo una quantità di risorse allocate. Il prezzo è più alto rispetto al condiviso ma non tanto quanto quello dedicato.

Quale è il miglior hosting VPS?

Sono davvero tante le aziende che offrono ottimi piani hosting. Noi abbiamo avuto modo di provarne alcune. Tra queste la migliore, almeno per il momento, risulta essere Liquid Web e non solo per quanto riguarda i VPS. Liquid Web offre un servizio ottimo a prezzi accessibili, ha un ottimo supporto utenti e difficilmente subisce rallentamenti.

Liquid Web Storm VPS

Hosting dedicato

Qui avremo un server tutto per noi senza obblighi di condivisione. Avremo le risorse per gestire traffico e media ma ad un prezzo nettamente più alto. Questo è per tutti i siti già consolidati che possono utilizzare spazio aggiuntivo.

Quale è il migliore Hosting dedicato?

Non abbiamo provato un Hosting dedicato, ma per i servizi di Liquid Web attualmente testati da noi, possiamo confermare che si piazzano tra i migliori Hosting attualmente in circolazione con un rapporto qualità/prezzo ottimo.

dedicated liquid web

Cloud hosting

Un nuovo tipo do hosting, il cloud hosting, che va ad archiviare i dati del nostro sito web sul cloud invece che sul server. Questo procedimento andrà a proteggere i nostri dati da interruzioni elettriche e guasti di qualunque tipo. Poi, visto che verranno addebitate soltanto le risorse utilizzate, il costo è scalabile oltre che ragionevole. Vi sono alcuni che parlano di svantaggi, come quello legato alla sicurezza; questo è stato ampiamente smentito e quindi, se state cercando la risposta alla domanda “il cloud hosting è sicuro”? Sì, il cloud hosting è sicuro, almeno quanto lo sono gli altri.

Cloud hosting di Liquid web

Se vuoi provare un servizio di Hosting cloud con un ottimo rapporto qualità/prezzo, Liquid Web fa sicuramente al caso tuo.

cloud hosting liquid web

Hosting gestito

Questo non è come i precedenti e si riferisce ai nostri dati gestiti dal nostro fornitore di servizi che, oltre a questi, gestisce anche manutenzione e sicurezza. L’idea è che, con un costo aggiuntivo, il nostro account sarà gestito dal loro personale esperto, ottima scelta per coloro che non vogliono avere a che fare con gli aspetti tecnici.

Web hosting: i vantaggi

Adesso che abbiamo illustrato cos’è il web hosting passiamo ad un’altra domanda che molti si pongono: “ne ho bisogno?”. Spesso non spetta a noi, specialmente quando ci affidiamo ai cosiddetti web builder, ma a volte invece sì. E, anche se fossimo esperti di tecnologia, vi sono una serie di vantaggi nell’usare un servizio di web hosting piuttosto che farlo da soli.

Alcuni siti lo richiedono

Tanto per cominciare, è essenziale se stiamo progettando il sito su determinate piattaforme; il più grande è WordPress: anche se è soltanto una piattaforma questa alimenta il 39,5% di tutti i siti web. Quindi, circa il 40% dei siti richiederà un hosting esterno, inclusi gli e-commerce che prevedono l’utilizzo di Woocommerce.

Regolare manutenzione

Anche rinunciando all’hosting gestito, i provider forniscono le basi per manutenzione di dati e server; innanzitutto ci assicurerà l’esecuzione regolare dei backup e di non perdere gli aggiornamenti pianificati, con la sicurezza che in ostri dati sono al sicuro, nelle mani di un professionista.

Sicurezza

Questo è sicuramente uno dei punti di forza; sappiamo benissimo che ogni giorno che passa il crimine informatico diventa sempre più forte, mentre i provider rimangono aggiornati sulle ultime protezioni e prevenzioni.

Prestazioni migliori

Teniamo a mente che l’hosting influisce su tutte le aree significative prestazionali del nostro sito web, compresa larghezza di banda e velocità di caricamento; quindi, se il nostro sito dovesse diventare popolato dall’oggi al domani, un piccolo server potrebbe essere sovraccaricato dal traffico.

I provider offrono la “garanzia di uptime”, ovvero che il nostro sito resti sempre attivo, ma possono implementare reti di distribuzione contenuti (CDN, quando i dati del sito vengono caricati, geograficamente, vicino all’utente, per fare in modo che il sito caricasse più velocemente) nel nostro hosting.

Come faccio a scegliere il servizio di hosting giusto?

Beh, qui c’è davvero molta carne al fuoco; immaginiamo quanti sono i siti web e quante persone vogliono o stanno per aprirlo. Come scegliere quindi quello giusto? In ogni caso il nostro consiglio va su Liquid Web. Questo se vuoi un hosting che abbia un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Di seguito alcuni consigli utili:

Stiliamo un elenco delle funzioni che ci servono

I provider sono disponibili in ogni tipo e misura, il trucco sta nel trovare quello che offre ciò di cui abbiamo di bisogno, anche pagando soltanto le funzioni che davvero utilizzeremo.

Cerchiamo di stilare un elenco con ciò che ci serve, in modo da far riferimento ad esso quando esploreremo i vari fornitori di servizi. Cerchiamo quelle che incorporino le funzionalità di seguito elencate, evitando quelle superflue come l’assistenza H24 sette giorni su sette (comunque c’è da sottolineare che, nel caso fossimo abituati a chiedere continui chiarimenti, abbiamo sempre domande da porre e apprezziamo la comunicazione diretta, questo potrebbe essere un servizio prezioso).

Traffico e larghezza di banda

Questi, più di ogni altra cosa, determinano il pacchetto che andremo a scegliere. Un piccolo sito, che non ha chissà quali pretese per contenuti e traffico generato, potrebbe benissimo lavorare sui di un hosting minimo ma, nel momento in cui il nostro sito inizia a generare molto traffico, per evitare che non funzioni più, dovremmo aggiornare il nostro hosting.

Se questo è il nostro primo sito dovremo stimare in anticipo questo dato, se ci aspettiamo un successo rapido allora scegliamone uno che sia scalabile, altrimenti iniziamo in piccolo e poi espandiamo quando necessario.

Capienza

Qui vale lo stesso ragionamento fatto in precedenza; se crediamo di inserire media di grandi dimensioni o avanzati effetti visivi, allora scegliamo un hosting che con uno spazio di archiviazione che possa ospitarli. Se utilizziamo foto standard e una quantità non esagerata di video, allora potrebbe bastare quello standard.

Features speciali

Potremmo dover prendere in considerazione anche qualcuna di queste caratteristiche opzionali:

  • Garazia di uptime: la clausola con il 99 o 100% di uptime vuol dire la garanzia che il nostro sito sarà sempre attivo
  • Certificato SSL (Secure Socket Layer): una misura di sicurezza che fornisce una connessione sicura, quindi crittografata, tra gli utenti e il server; dal 2018, i siti senza SSL vengono bollati come non protetti su Chrome, di conseguenza potremmo perdere visitatori senza uno di questi. Procuriamocene uno se il nostro provider non lo fornisse
  • Strumenti SEO: assicuriamoci che il nostro provider si occupi del SEO, specialmente se il nostro sito sarà aziendale (questo avviene “dietro le quinte)
  • Tariffe di rinnovo: alcuni provider offrono pacchetti a basso costo aumentando i prezzi dei rinnovi dopo che tutto è stato già trasferito. Controlliamo le tariffe dei rinnovi, prestiamo attenzione ai pushback se desideriamo passare ad un’altra agenzia
  • Recensioni e valutazioni: controlliamo le recensioni degli altri utenti prima di registrarci; ci sono tantissime aziende serie ma anche tante mele marce, quindi occhio

Buona fortuna.

Informazioni Autore

Salvatore Maniscalco

Designer, sviluppatore, creativo. Nel settore della comunicazione dal 2008, gestisce i progetti con l'entusiasmo del primo giorno. Appassionato di scrittura, lettura e musica. Contatti
DESIGNTEGRATOR.COM | © 2020 | Cookie e Privacy | Agenzia Grafica - Sede di Palermo