Pubblicità su Facebook – Suggerimenti di design per creare ADS

Condividi

SOMMARIO ARTICOLOI social network si sono ormai consolidati come strumento dalla incalcolabile utilità per tutte quelle aziende che desiderano far conoscere il marchio e i prodotti al pubblico giusto. La pubblicità su Facebook, Instagram o altri social è ormai ben radicata nella comunicazione globale. Un annuncio ben realizzato porterà ad una più corposa consapevolezza del marchio e ad un aumento considerevole delle vendite.

Anche se può sembrare scontato, in realtà non lo è affatto: fare pubblicità su Facebook , infatti, porta a considerare una serie di cose come, ad esempio, dove viene visualizzato il nostro annuncio, le immagini, lo stile, le dimensioni, i colori e i caratteri. Quindi ci troviamo di fronte a non poche domande, cominciando da “come sappiamo quale fattore funziona e quale invece no?”; oppure, “cosa darà risalto al mio marchio, al mio prodotto e al mio servizio?”.

Al fine di dare risposte a queste domande, oppure se siamo nuovi nel mondo della pubblicità su Facebook o se vogliamo semplicemente migliorare i nostri annunci, possiamo dare un’occhiata ai consigli per una migliore progettazione e per un miglior design degli annunci, con l’obiettivo di ottenere il massimo da loro.

pubblicità su facebook
Un annuncio ben realizzato porterà ad una più concreta consapevolezza del marchio, aumentando considerevolmente le vendite.

Pubblicità su facebook – Ridurre il testo al minimo

A volte, bisogna mettersi nei panni dell’utente che vogliamo raggiungere e pensare con la loro testa; d’altronde, anche noi siamo consumatori e anche noi ci imbattiamo spesso negli annunci pubblicitari e sappiamo quanto sia importante un testo minimo, ridotto all’osso.

Se vogliamo recapitare il nostro annuncio il segreto è mantenerlo sotto ai 280 caratteri. Saranno tantissimi gli utenti che ignoreranno il nostro post nel momento in cui avranno la consapevolezza di leggere un annuncio; quindi, nel momento in cui abbiamo la loro attenzione, è meglio essere più chiari e veloci possibile.


Cerchiamo di concentrarci su di un singolo messaggio, non riempiamo l’annuncio con più offerte e manteniamolo semplice presentando un’offerta o un’evento promozionale (ad esempio: “questa settimana sconto del 50% sui nostri jeans”. Oppure “Tot giorno, tot ora, apertura della nuova sede”).

Conserviamo qualunque cosa non sia necessaria dire in questo momento per il post-invito all’azione (quindi per il dopo clic sul messaggio. Il cliente dovrà trovare tutte le successive informazioni, quelle superflue in quel momento, soltanto dopo aver cliccato sul pulsante o dopo aver fatto qualunque cosa vogliamo facessero nell’annuncio).

Pubblicità su Facebook – Testo e leggibilità

Il testo dovrà anche essere piacevole per gli occhi, al fine di poter leggere il nostro annuncio senza sforzi eccessivi; i caratteri decorativi e sgargianti possono sì attirare l’attenzione ma a scapito della concentrazione ) richiedono più tempo per essere decifrati e distrarranno dal messaggio che intendiamo inviare); in questo caso, bold e sans serif funzionano sicuramente meglio. Una volta trovato il carattere giusto cerchiamo di non cambiarlo, potrebbe confondere il lettore. Limitiamoci al carattere scelto o comunque a non più di due.

Pubblicità su Facebook – Contrasti

Le piattaforme sociali sono qualcosa che di più strano possa capitare; incendi, incidenti, gattini e simili sono quello contro cui dobbiamo competere per attirare l’attenzione degli utenti. Per questo, possiamo adottare tecniche visive come il contrasto; utilizzare due colori opposti sulla scala dei colori è uno dei metodi basilari che chiunque può utilizzare (nero e bianco, blu e bianco, giallo/rosso e verde, portano risalto e aiutano a massimizzare la visibilità di testo e immagini).

Pubblicità su Facebook e design

Gli annunci della pubblicità su facebook possono essere visualizzati in aree diverse: il feed desktop, il feed mobile o la colonna di destra e ciascuno offre i suoi vantaggi. Si può essere tentati dal design di un annuncio per plasmarlo ed adattarlo a tutte le aree, ma questo danneggerà le sue potenzialità ignorando le specifiche del posizionamento.

Innanzitutto, dobbiamo capire come la nostra utenza utilizza Facebook (se su desktop, se prediligono i dispositivi mobili, se usano storie o il Marketplace) e questo ci aiuterà ad ottimizzare la spesa pubblicitaria e la strategia di design da utilizzare (per semplificare: se i nostri utenti target accedono prevalentemente da dispositivi mobili ottimizzeremo gli annunci per tali dispositivi).

Questo è il cardine di un’ottimizzazione efficiente, ed è ciò che rende la pubblicità di Facebook vantaggiosa, permettendoci di ottimizzare la spesa pubblicitaria. In alternativa possiamo scegliere i “Posizionamenti automatici” e chiedere a Facebook di scoprirlo per noi ma dobbiamo tenere presente che richiederà il design per tutti i posizionamenti.

Pubblicità su Facebook e Microtargeting

Una delle caratteristiche più importanti della pubblicità su Facebook è la precisione svizzera nel targeting dei clienti; visto che FB è un cesto di interessi, lavori, luoghi ed eventi, possiamo creare annunci specifici atti ad attirare una specifica fetta di utenza. Questa procedura è nota come Microtargeting e uno dei consigli più preziosi da dare è quello di sfruttarlo appieno.

Diversamente dalla pubblicità di massa, quella su FB può essere realizzata anche per la nicchia più piccola sfruttando appieno le loro preferenze. Utilizziamo tutto, quindi colori, immagini, prodotti, il tono dell’annuncio (eccetera) per arrivare al pubblico che desideriamo raggiungere.

La strategia si rivela ancor più efficace se basata sui dati degli utenti effettivi; possiamo creare annunci diversi per diverse fette di utenza, scelta più efficiente rispetto all’utilizzo di uno steso annuncio generico per entrambe.

Pubblicità su Facebook – Fase di test

Se siamo nuovi nel mondo della pubblicità su Facebook o sui media in generale (quindi non soltanto su Facebook) i primi tempi li passeremo a girare a 360 gradi; la soluzione è quella di affinare le nostre strategie man mano che procediamo, migliorando i nostri annunci prendendo in esame il rendimento quelli precedenti. Per un test più approfondito possiamo lanciare due annunci contemporaneamente e vedere cosa funziona e cosa invece no.

Possiamo ottenere un duplice risultato: le prestazioni del design del nostro annuncio e quelle del nostro marchio in un nuovo mercato. Se stiamo pensando ad espandere territorialmente la nostra azienda, o a immettere sul mercato un nuovo prodotto, possiamo testarlo per mezzo di un annuncio Facebook mirato e vedere se ne vale o meno la pena.

Pubblicità su Facebook e Formati ADS

Dovremmo ottimizzare il nostro annuncio in base al formato (carosello, video, immagine statica, eccetera) perché formati diversi si legano ad utenze diverse, senza considerare il fatto che alcuni settori possono fare un uso migliore di alcuni formati rispetto ad altri (per fare un esempio, un rivenditore può utilizzare la Raccolta, o inserzioni raccolta che dir si voglia, di Facebook, al fine di pubblicizzare la gamma di prodotti desiderata, molto meglio di un’azienda).

Di seguito, le opzioni per i formati di annunci su Facebook:

  • Annunci illustrati (o Image Ads): si tratta di un’unica immagine senza effetti di movimento. Un ottimo modo per creare in tempi rapidi un annuncio semplice e potente, adatto ad attirare l’utenza nel nostro sito, a rendere consapevolezza al nostro marchio e ai nostri prodotti/servizi.
  • Annunci video: Tramite un breve video con audio, con la combinazione di testo, foto, suono e movimento, possiamo attirare l’utenza verso il nostro marchio.
  • Annunci raccolta (o inserzioni raccolta, o Collection Ads): Si tratta di una serie di immagini in miniature capaci di mostrare più prodotti ed evidenziarne le varie caratteristiche, oppure di spiegare un processo passo dopo passo.
  • Annunci carosello (o Carousel Ads): Si tratta di una serie di singole immagini, di cui ognuna avrà il proprio collegamento, visualizzate all’interno di di un singolo annuncio. Ideale per visualizzare più prodotti, mostrarne le varie caratteristiche, creare un lookbook e narrare la storia del nostro marchio.
  • Facebook stories: Si tratta di un formato verticale a schermo intero e può essere immagine o video e sono rapidi, coinvolgenti e interattivi. Efficace per entrare genuinamente in contatto con il nostro pubblico.

Non preoccupiamoci di creare una combinazione diversa nella stessa campagna pubblicitaria; ad esempio, l’aggiunta di annunci video ad una campagna con immagini statiche – oltre al fatto che sarebbero troppo statiche – aumenterà le conversioni di un buon 17% rispetto alla sola pubblicità con immagini statiche.

pubblicità su facebook

Pubblicità su Facebook – Tecniche collaudate

I migliori suggerimenti per il design di annunci pubblicitari su Facebook, a volte, sono gli stessi della pubblicità tradizionale; potremmo non essere in grado di seguire alla lettera le migliori pratiche pubblicitarie standard, ma con qualche piccola modifica potremmo adattarle a Facebook. Uno dei cambiamenti più importanti riguarda il formato: visto che gli smartphone sono diventati il mezzo con il quale i consumatori arrivano ai contenuti, il panorama pubblicitario è diventato meno importante.

Una tecnica pubblicitaria collaudata, nonostante il cambio di formato, è la creatività incentrata sul prodotto/servizio. Quando il messaggio è chiaro possiamo ottenere dei risultati; FB ha comunicato che il 71% in più delle visualizzazioni è legata alla creatività incentrata sul prodotto, a scapito dei creativi che non lo focalizzano chiaramente.

Creiamo e progettiamo in base all’obiettivo del nostro annuncio

Questa guida, che ha l’obiettivo di offrire dei suggerimenti per un ottimo design degli annunci per la nostra attività su Facebook, ha una doppia chiave di lettura. La prima è letterale: creiamo il nostro annuncio per promuovere un obiettivo, che sia particolare, più generico (come la consapevolezza del marchio) o più specifico (come la vendita di un prodotto in particolare), ed è un ottimo suggerimento valido per qualsiasi piattaforma. La seconda chiave di lettura è specifica e riguarda Facebook: gli obiettivi sono uno dei campi che selezioniamo durante la creazione di un annuncio, in cui avremo le seguenti opzioni:

  • Ottenere più contatti: Gli utenti inseriscono nome, telefono, email e via dicendo.
  • Ottieni più visitatori nel sito web: I clic indirizzeranno gli utenti sul nostro sito web
  • Promuovi la tua attività a livello locale: Il nostro annuncio raggiungerà le persone antro un determinato raggio d’azione, tra i 3 e gli 80 km.
  • Pubblicizza un evento: Spargere la voce su un particolare evento o venderne i biglietti.

Il design del nostro annuncio dovrebbe essere creato attorno al nostro obiettivo finale, particolarmente verso l’invito all’azione. Se, ad esempio, il nostro obiettivo è quello di ottenere più contatti offriamo alcuni incentivi per la compilazione del modulo di iscrizione. Se stiamo promuovendo la nostra attività locale, inseriamo qualche parola chiave che sappiamo la gente apprezzerebbe (si potrebbe, ad esempio, citare un piatto della cucina tradizionale, nel caso avessimo un ristorante o una trattoria, che sappiamo gli abitanti del luogo apprezzeranno notevolmente).

Associamo il nostro Brand

Ricordiamoci sempre che i nostri annunci riflettono il nostro marchio, quindi devono avere un ottimo aspetto; per i principianti, i nostri annunci devono sempre includere le basi del marchio:

  • Logo
  • Combinazione colori
  • Servizi e/o prodotti chiave
  • Tipografia e caratteri del brand
  • Mascotte

Come tutti i nostri contenuti visivi anche il design degli annunci su FB deve mostrare tutti i vari elementi della visual identity del brand. Nelle prime fasi è bene capire quali caratteri utilizzare, quali sono i colori che suscitano le emozioni che noi desideriamo nei nostri clienti, e via discorrendo.

Non appena abbiamo chiarito l’identità visiva del nostro marchio, l’importante è applicarla alle nostre risorse visive; se utilizziamo annunci video, il consiglio è quello di visualizzare il marchio nei primi 3 secondi, in modo da stabilire sin da subito un’associazione tra il nostro marchio e il pubblico. Un’altra cosa importante riguarda il mantenere la coerenza della visual identity per tutta la durata del video.

Pensiamo prima alla mobilità e alle stories

Al giorno d’oggi, quando pensiamo alla creazione di un annuncio, dobbiamo prima di tutto immaginare a dove l’utente lo visualizzerà; non è un segreto che, oggigiorno, sempre più persone accedono ad internet tramite i dispositivi mobili, quindi è ovvio che con moltissima probabilità lo vedranno per mezzo di smartphone o tablet.

Quindi, gli annunci devono essere creati per i mobile, quindi creare annunci verticali a schermo intero capaci di connettersi con l’utenza e coinvolgerla (le storie sono sostanzialmente questo, un formato di annuncio verticale a schermo intero, capaci di coinvolgere l’utenza e creare un senso di comunità e risultano un modo più che efficace e genuino, specie se girati su mobile.

Facebook ha persino aggiunti che gli annunci stories hanno un 63% di probabilità in più rispetto alle pubblicità in studio, le studio Ads, per acquisto, installazione di app e il pagamento degli oggetti).

Ma non è tutto: anche la natura delle stories è adatta al coinvolgimento dell’utenza grazie al fatto che le sue funzionalità, come tenere premuto per mettere in pausa o lo swipe up, porta il visitatore ad immergersi nell’annuncio. Il 58% degli utenti si è interessato ad un marchio dopo averlo visualizzato proprio nelle stories.

Vi consiglio di dare un’occhiata ad un Case Study realizzato da Miles Beckler. Si tratta di un ottimo video che vi spiega come ottimizzare al meglio una campagna pubblicitaria di Facebook :

Creiamo il nostro annuncio Facebook

Dopo aver sfogliato questi suggerimenti siamo sicuri che la pubblicità su Facebook sarà più chiara e soprattutto più concreta. Se per caso dovessimo sentirci sopraffatti da tutti questi suggerimenti non preoccupiamoci: un professionista con il quale lavorare gomito a gomito lo troviamo e la spesa per il suo ingaggio non è da rovina economica, anzi ricorda che :

Se hai bisogno di fare pubblicità

Ci occupiamo noi della tua campagna pubblicitaria; dall’idea, al design e il successivo sviluppo. Non snobbare la tua pubblicità, rivolgiti a dei professionisti. Contattaci per saperne di più.

Buona fortuna!

Informazioni Autore

Maniscalco Filippo

Blogger, copywriter, project manager. Propositivo e dedito al lavoro, gestisce ogni progetto con passione e dedizione. Appassionato di lettura, scrittura e musica. contatti
DESIGNTEGRATOR.COM | © 2020 | Cookie e Privacy | Agenzia Grafica - Sede di Palermo