Corso HTML Base – Lezione #3 – Paragrafi e testi

Condividi

This post is also available in English. Click here to go directly to the english version.

La chiaccherata odierna del nostro corso HTML base riguarda alcuni degli elementi più importanti per quanto riguarda l’organizzazione e la manipolazione dei testi. Andremo a vedere nel dettagli cosa sono i paragrafi, gli elementi evidenziatori come il grassetto e come si utilizzano in HTML.

corso html base lezion 3 - paragrafi e testi

Parliamo, infatti, di paragrafi ed elementi testuali come il grassetto ed il corsivo; tutti elementi importantissimi per una corretta organizzazione testuale. Immaginate un testo continuo, senza spazi ed ‘a capo’ , senza elementi evidenziati. Sarebbe piuttosto noioso, oltre a risultare anche irritabile nella lettura. Ma andiamo a vedere nel dettaglio i singoli elementi.

Paragrafi <p>

I paragrafi sono degli elementi di organizzazione del testo che ci permettono di distaccare e differenziare dei blocchi di testo. in HTML parliamo di contenitori, ed il paragrafo è uno di essi e racchiude al suo interno uno scorcio testuale.

I pagrafi vengono definiti con il tag di apertura <p> e quello di chiusura </p> e vengono tipicamente, ma non di regola, inseriti sotto un titolo descrittivo, come nell’esempio che segue :


<h1>Cosa sono i paragrafi?</h1>
<p>I paragrafi sono dei contenitori che vengono utilizzati per differenziare scorci testuali.</p>

Come abbiamo visto, i paragrafi servono a dare spazio e ‘respiro’ al testo, distaccando delle brevi parti di testo da un altro. Un esempio potrebbe essere :

<h1>I paragrafi danno respiro al testo</h1>
<p>I paragrafi servono a dare spazio tra dei blocchi di testo che, altrimenti, potrebbero risultare decisamente poco leggibili.</p>

<p>Ecco perchè li utilizziamo. Viceversa, il nostro testo potrebbe diventare di difficile comprensione ed irritabbile.</p>

Non abbiate ‘timore’ di utilizzare i paragrafi ; più paragrafi significa, sicuramente, lettura facilitata. E’ comunque scontato che l’esagerazione non è indicata in nessun caso, quindi cerchiamo di non utilizzare un paragrafo ogni due righe, altrimenti il lavoro che stiamo facendo per agevolare ed ‘accomodare’ la lettura potrebbe dare il risultato opposto.

Il grassetto <strong> e <b>

Proprio come per i paragrafi, anche il grassetto ha la sua importanza nella resa del nostro contenuto testuale. Esattamente come per i paragrafi, anche il grassetto ha una sua importanza a livello di leggibilità.

In HTML il grassetto può essere richiamato da due tag contenitori, ovvero il tag <strong> ed il tag <b> (per definizione, “bold”).

Ma se entrambi i tag danno lo stesso risultato, che differenza passa tra i due?

Domanda legittima : i tag <strong> e <b> danno il medesimo risultato, è vero, ma c’è una differenza sostanziale tra i due e riguarda prettamente una questione di importanza che si vuole dare alla parola da evidenziare :

  • Il tag <b> è stato progettato e sviluppato con il solo intento di dare rilievo al testo in questione.
  • Il tag <strong> , invece, serve a livello semantico, ci consentirà di mettere in evidenza il testo dando una ‘direttiva’ di importanza ai motori di ricerca.

Ma vediamo un esempio pratico di testo evidenziato inserito all’interno di un paragrafo titolato :

<h1>Livello di importanza : 10</h1>
<p>Questo testo ha un <strong>livello di importanza</strong> decisamente maggiore rispetto all'esempio di seguito.</p>

<h2>Livello di importante : 8</h2>
<p>Questo testo è meno importante del precedente ed il tag bold che segue <b>non ha un valore specifico</b> ma serve solo ad essere <b>evidenziato</b></p>

Informazioni Autore

Salvatore Maniscalco

Designer, sviluppatore, creativo. Nel settore della comunicazione dal 2008, gestisce i progetti con l'entusiasmo del primo giorno. Appassionato di scrittura, lettura e musica. Contatti
DESIGNTEGRATOR.COM | © 2020 | Cookie e Privacy | Agenzia Grafica - Sede di Palermo