Infografica – Cosa sono e come creare Infografiche gratis online – Guida completa

Condividi

SOMMARIO ARTICOLO – E’ evidente a tutti, tant’è che in giro ne vediamo di ogni tipo e su molti siti e piattaforme, specialmente su quelle sociali; il fascino delle infografiche è indubbio tanto quanto lo è la loro utilità, visto che rendono semplice condensare molte informazioni in una bella immagine di facile lettura. Oggi andremo a scoprire quali sono i migliori servizi che permettono di creare infografiche gratis online in modo piuttosto semplice ed intuitivo.

creare infografiche gratis
Creare infografiche gratis

Chiaramente, come vale per ogni progetto in ogni ambito, un’infografica personalizzata creata da un professionista darà risultati migliori. Ma, se non avessimo le possibilità economiche per ingaggiare un freelancer o volessimo semplicemente mettere alla prova le nostre abilità, potremmo ottenere un’infografica dalle varie piattaforme online che lo consentono, seppur con i loro limiti. Andiamo a scoprirle insieme.

Cosa è e come deve essere una buona infografica?

Partiamo subito col dire che un’infografica è molto di più di una semplice grafica con informazioni piazzate sopra. Un’infografica ben progettata deve essere:

  1. Esteticamente piacevole
  2. Fornire preziose informazioni
  3. Condivisibile
  4. Presentare in modo logico le informazioni

Se abbiamo necessità di comunicare alcuni dati e- ovviamente – vogliamo farlo in modo chiaro, è altamente consigliabile farlo per mezzo delle infografiche. Negli intenti di ognuno di noi c’è anche quello di realizzare per bene ogni progetto che vogliamo mettere su, ma a volte le necessità economiche ci obbligano ad arrangiarci; se abbiamo il budget per farlo, allora il nostro consiglio è quello di rivolgerci ad un professionista e deputare a lui il lavoro. Viceversa, se non avessimo e possibilità, andiamo a vedere a quale maker online rivolgerci per la nostra infografica.

Creare infografiche gratis con Canva

Si tratta di uno dei più noti creatori di grafici disponibili e detiene modelli per tutto, comprese le infografiche. Questa piattaforma sembra essere stata creata attorno ai social network; non è l’unico ad offrire una gamma di modelli formattati per molte opzioni social ma, diversamente da altri, sembra che sia la loro prima scelta (gli utenti Enterprise vantano spazio di archiviazione illimitato e strumenti per flusso di lavoro integrati). Presente, inoltre, una serie di librerie a fini didattici che includono – gratuitamente – un po’ di tutto; dai tutorial ai corsi completi.


creare infografiche con canva
Creare infografiche con Canva

Costi

Vi sono diversi piani sulla piattaforma, da quello gratuito a quello aziendale:

  • Free: Gratuito
  • Pro: 9.99 $ al mese
  • Enterprise: 30 $ al mese per persona all’interno del team

Conclusioni

Canva è molto semplice ed intuitivo e non richiede registrazione alcuna, basta prendere gli elementi, trascinarli e rilasciarli, e la versione gratuita contiene svariati elementi: dai caratteri alle immagini, dagli sfondi ad altri vari elementi di design. E’ disponibile sia come app che come versione desktop direttamente sul nostro browser. Non dovremmo preoccuparci di cambiare dispositivi o accedere da altre postazioni per continuare il nostro lavoro; Canva, infatti, trasferirà automaticamente tutto il nostro operato sul cloud (per la versione free avremo 5 GB di spazio contro i 100 delle altre due versioni a pagamento), in modo da accedervi facilmente da qualsiasi altro dispositivo. Compatibilità con diversi formati di file (PDF standard e per stampa, Gif, MP4, PNG, JPG e altri). Infine c’è da segnalare che per quanto riguarda in cardine del nostro articolo, le infografiche, Canva offre svariate sottocategorie come curriculum in infografica, infografica di beneficienza e per l’istruzione.

Ma…

Naturalmente, Canva ha anche i suoi contro: innanzitutto, molte delle immagini e funzionalità interessanti so destinate agli utenti Pro ed Enterprise, i vari elementi di design appaiono troppo generici (che poi è il classico filo comune che lega questo tipo di piattaforme) e il modello per le infografiche disponibile ha una dimensione unica. Possiamo sì crearla da zero, con un lavoro di dimensioni personalizzate, ma dovremo attenerci alle dimensioni predeterminata da loro.

Creare infografiche gratis con Veengage

Questa piattaforma utilizza una pubblicità fuorviante ed è giusto chiarirlo e sottolinearlo sin da subito; dicono di essere “il creatore gratuito di infpografiche”, purtroppo per loro non sono i soli ad offrire questo servizio né tantomeno offrono gratuitamente i loro servizi. Loro, come altri, vanno oltre l’infografica offrendo anche volantini, presentazioni a svariato altro materiale visivo. Per aiutare i creatori amatoriali, Veengage chiede la compilazione di una sorta di questionario informativo, chiedendoci a quale scopo ci serve l’infografica in questione (se per un progetto personale, scolastico o aziendale) e, successivamente, ci chiederà di scegliere tra alcune proposte quella che più si avvicina ai nostri gusti. Al termine, ci verrà proposta una selezione di alcuni modelli – piuttosto generici a dirla tutta – tra i quali sceglieremo quella con cui ci metteremo al lavoro.

Costi

venngage infografiche gratis
creare infografiche con venngage
  • Free: Gratis
  • Premium: 19 $ al mese
  • Business: 49 $ al mese
  • Enterprise: Prezzo che si personalizzerà successivamente.

Conclusioni

Diciamo che il servizio in questione potrebbe essere molto interessante per coloro che non hanno confidenza con la grafica e con i programmi ad essa legati; Veengage, infatti, farà quasi tutto il lavoro seguendoci dalle prime fasi, suggerendoci i modelli e offrendoci aiuto nel processo di creazione. Avremo molto materiale – anche multimediale – tra cui scegliere e i modelli di infografica sono classificati per sezione.

Ma…

Iniziamo col sottolineare che, in caso di versione gratuita, avremo dei watermarks nelle infografiche (per dirla in spicci, nelle infografiche avremo un copyright in trasparenza e il progetto sarà coperto da quest’ultimo. Ecco perché la loro pubblicità è fuorviante, proprio perché del lavoro creato con la versione “free” potremmo farcene poco o nulla. Tanto che, se non fossimo registrati come studenti, non potremmo neanche scaricare queste “creazioni”). Le dimensioni della pagina saranno alquanto limitate, limiti che si legano anche ai formati dei file per gli utenti a pagamento: i Premium potranno scaricare i file nei formati PDF, PNG e PNG HD; il PDF interattivo soltanto per gli utenti aziendali.

Creare infografiche gratis con Infograf

Questa piattaforma offre due opzioni che difficilmente troveremo altrove: mappe e rapporti e, oltre a questi, possiamo anche creare dashboard, poster, miniature, intestazioni per email, per post sui social e per la thumbnails di YouTube. Anche qui si partirà rispondendo ad una sorta di questionario informativo e i modelli generati saranno in linea con le risposte fornite, anche se saranno tutti così personalizzabili che, alla fine, probabilmente li scarteremo.

Costi

  • Free: Gratuito
  • Pro: 19 $ al mese
  • Business: 67 $ al mese
  • Team: 149 $ al mese
  • Enterprise: Prezzo che varia

Conclusioni

La piattaforma è di facile utilizzo e possiamo creare rapporti personalizzati, mappe e grafici. Possibilità di integrazione con Google Drive e YouTube (tra le tante) e inserirvi i dati da fonti quali Analytics, Microsoft SQL e Oracle. Ha dei controlli chiari e intuitivi e gli utenti a pagamento possono scaricare i progetti come PDF, PNG, JPG o MP4 (gli utenti aziendali possono esportarlo in HTML).

Ma…

Innanzitutto partiamo dalla base: cli utenti free (che non offrono poi tanti modelli tra cui poter scegliere) non possono scaricare i progetti ma soltanto condividerli online, da una piattaforma che offre i propri servizi soltanto su desktop.

Creare infografiche gratis con PicMonkey

Questa piattaforma è dedicata a coloro che offrono le infografiche create ai propri clienti o a coloro che le pubblicano regolarmente per i propri brand. Se nelle nostre infografiche intendiamo implementare una foto, PicMonkey sarebbe l’ideale visto che offre la possibilità, tramite un apposito strumento, di poter effettuare dei ritocchi alle immagini in questione. Possibilità anche di aggiungere cornici ai nostri progetti. Non è previsto un piano “free” ma la piattaforma offre un periodo di prova gratuita di sette giorni, previa registrazione, che ci consente di utilizzare liberamente il servizio.

creare infografiche gratis con pikmonkey
creare infografiche con pikmonkey

Costi

  • Basic: 7.99 al mese
  • Pro: 12.99 al mese
  • Team: 33.99 al mese

Conclusioni

PicMonkey è semplice e intuitivo ma, al tempo stesso, può diventare lento e macchinoso a causa dei frequenti popup che si aprono in continuazione. Ha molte opzioni progettuali e ci consente di disegnare l’infografica in stile Paint (Microsoft); possiamo creare lavori per la stampa e il digitale, è di facile integrazione con Dive e le piattaforme sociali, ha diverse opzioni (compreso un ottimo sistema di archiviazione), possiamo creare progetti di dimensioni personalizzate e scegliere da un’abbondante cesto di branded icons.

Ma…

Per l’opzione infografica dobbiamo metterci a cercarla, non è poi così ovvia o dietro l’angolo; è molto lento e lagga notevolmente, non ha una versione free (anche se, come detto, ha una prova gratuita) e possiamo scaricare i nostri lavori soltanto se iscritti, in PNG e JPG per i Basic ai quali si aggiunge il PDF per Pro e Team.

Creare infografiche gratis con Snappa

Qui ci troviamo di fronte ad uno dei migliori produttori di infografiche disponibili gratuitamente sul web e possiede una corposa libreria di icone di loghi famosi e marche note, cosa che molte volte può tornare davvero molto utile. Si tratta di un’ottima piattaforma, specialmente se i nostri bisogni sono quelli di creare un’infografica in un breve lasso di tempo, grazie alla sua interfaccia intuitiva e i semplici controlli. Anche se bisogna sottolineare che, rispetto ad altri maker, Snappa ha un po’ poco da offrirci.

infografiche gratis con snappa
creare infografiche con snappa

Costi

  • Starter: Gratis
  • Pro: 10 $ al mese
  • Team: 20 $ al mese

Conclusioni

Si tratta di uno strumento davvero molto facile e la knowledge base e i vide tutorial sono integrati e accessibili. Tutti i contenuti disponibili sono accessibili gratuitamente e non riservati soltanto agli utenti premium, possiamo creare immagini personalizzate e sono presenti molti brand famosi tra le icone. Infine, possiamo scaricare il nostro lavoro in JPG ottimizzato per il web, PNG ad alta risoluzione e PNG-JPG retina.

Ma…

Il piano è sì gratuito, sì ci offre tutti i contenuti disponibili sulla piattaforma che, però, ci permette soltanto tre download al mese (con lo starter). Rispetto ad altri maker ha delle opzioni alquanto limitate e nel comparto grafico ci limita soltanto alle icone (nessuna immagine o illustrazione). Quindi, in buona sostanza, è più limitato e semplice rispetto ad altri maker.

Creare infografiche gratis con Piktochart

Questo maker continuerà, per tutto il tempo, ad obbligarci a chiudere le varie finestre di avviso che ci mostrerà in tutto il percorso, ancor prima di iniziare. Una volta entrati, dopo aver obbligatoriamente inserito la nostra professione e altre poche informazioni, possiamo scegliere e personalizzare il modello oppure crearne uno. Abbiamo tanto bel materiale tra cui scegliere (immagini, icone, illustrazioni) e anche la stratificazione è molto semplice, cosa che lo rende senz’altro uno dei migliori nella lista.

infografiche gratis con piktochart
creare infografiche con piktochart

Costi

  • Free: Gratis
  • Pro: 29 $ al mese
  • Team: 99 $ al mese, inclusa la presenza di cinque account

Conclusioni

Una piattaforma estremamente semplice e gradevole da utilizzare – interfaccia compresa – e ci offre la possibilità di trovare facilmente l’infografica da noi desiderata semplificando la ricerca dei modelli.

Ma…

Nella versione gratuita abbiamo il solito watermarked con cui fare i conti, versione che ci permette di scaricare soltanto in PNG e di salvare cinque design per volta. Infine, ha meno modelli rispetto ad altri maker menzionati.

Creare infografiche gratis con Animaker

Beh, non è un vero e proprio creatore di infografiche tradizionali, bensì di video animati in stile infografico; quindi, anche se spesso inserito tra i creatori di infografiche, Animaker è più un creatore di presentazioni, che comunque hanno uno scopo molto simile: fare in modo che i dati e le cifre possano essere facilmente comprensibili, accessibili e divertenti da osservare. Grazie alla sua “natura” possiamo dividere il nostro progetto in scene. Con il piano starter possiamo scaricare il lavoro in Full HD, con il Pro in 2K e con l’Enterprise in 4 K.

infografiche gratis con animaker
creare infografiche animate con animaker

Costi

  • Basic: 10 $ al mese
  • Starter: 19 $ al mese
  • Pro: 39 $ al mese
  • Enterprise: Varia

Conclusioni

Un po’ impegnativo, sicuramente più di quanto la sua interfaccia non facesse capire, ma la sua animazione renderà dinamica la nostra infografica, questo è certo. Possiamo creare GIF, i video saranno in formato MP4, e anche a livello gratuito possiamo portarci fino a cinque download al mese.

Ma…

Non un vero e proprio creatore di infografiche, piuttosto un creatore di infografiche animate che offre poche opzioni grafiche e non è tanto intuitivo come altri presenti nella nostra lista, tant’è che necessita di una curva di apprendimento. Anche qui, il problema dei watermarked che possiamo eliminare con l’upgrade ad una versione a pagamento.

Creare infografiche gratis con Adobe Spark

Gratuito, iniziamo da qui, e poi non obbliga nessun download ma virerà tutto il lavoro sul cloud. Il timbro di Adobe si sente subito, non appena iniziamo a creare la nostra infografica. Grazie all’ennesimo prodotto di casa Adobe possiamo personalizzare il nostro progetto, senza attenersi ai predefiniti modelli come altre piattaforme.

Costi

  • Starter: Gratis
  • Individual: 9.99 $ al mese, dopo un periodo di prova gratuita di 14 giorni
  • Team: 19.99 $ al mese
  • Personal: possiamo creare piani personali, destinati all’istruzione o alle aziende, e il costo sarà in base al piano che sceglieremo.

Conclusioni

Una bella interfaccia per un programma di facile utilizzo che offre davvero tantissime icone, un’enorme varietà di risorse di progettazione comprese trame e sovrapposizioni, che difficilmente troveremo in altri maker. E’ disponibile su iOS e Android e consente l’accesso alla libreria di foto stock di Adobe.

Ma…

Non ha animazione né integrazione dati e non ha nessun punto forte che lo contraddistingue da altri maker, soltanto un solido creatore di infografiche per coloro che desiderano opzioni su elementi quali foto, icone ed elementi di design. Nella versione free, anche qui, dovremo fare i conti con i watermarked e i download saranno in JPG e PNG (PDF ancora è in fase beta al momento).

Creare infografiche gratis con Lucidpress

Sin dal momento in cui si mette piede sulla piattaforma si ha la sensazione di essere davanti a qualcosa di molto robusto e professionale, e sicuramente è così. Lucidpress non si limita alle infografiche e possiamo scegliere tra brochure, curriculum e tanto altro. Anche se ha un aspetto simile ad altri programmi, possiamo notare che le varie opzioni per forme e caratteri sono alquanto limitate e se desideriamo caricare su di essa le risorse legate al nostro marchio dovremo fare un upgrade ai piani a pagamento (anche se vi è una prova gratuita).

Costi

  • Free: Gratis
  • Pro: A partire da 10 $ al mese
  • Team: Partire da 12 $ al mese si ha l’obbligo di mantenere un minimo di tre utenti, quindi il prezzo minimo sale a 36 $
  • Business: Vario

Conclusioni

Lucidpress è molto facile e semplice da utilizzare e, con il piano “Pro”, abbiamo la possibilità di ordinare stampe di alta qualità del nostro design (300 dpi). Semplicità nell’inserimento delle tabelle e per incorporare video di Vimeo, YouTube e Facebook. Per i file vi è la possibilità di scaricare nei formati PDF, JPG e PNG, oltre a quelle avanzate dedicate alla stampa.

Ma…

Non ci sono librerie di immagini incorporate e l’aggiunta delle stesse è poco intuitivo. Infine, poche opzioni per gli elementi di design.

Quella dei maker è la scelta giusta?

Dopo aver dato uno sguardo a questa guida avremo sicuramente le idee più chiare; un maker non può offrirci la perfezione, l’infografica perfetta, quella che desideriamo ardentemente. Questo possiamo ottenerlo soltanto in due modi: o la realizziamo da noi, se abbiamo le capacità per farlo, oppure ingaggiamo un professionista e deputiamo a lui il lavoro. Grazie ai maker possiamo sì realizzare qualcosa di accettabile, ma per poter utilizzare liberamente il progetto finale dovremo comunque pagare. Ne vale la pena?

Un maker può essere una buona opzione per gli imprenditori agli inizi, che hanno bisogno di qualcosa alla bell’è meglio velocemente. Quindi, la cosa migliore, è quella di fare una scrematura tra quelle sopra, decidere quale di queste piattaforme offre quello che a noi serve, calcolare i costi e prendere una decisione. Un consiglio finale? Andare avanti con un maker e quando saremo pronti per qualcosa di più raffinato ingaggiare un designer.

Buona fortuna!

Informazioni Autore

Maniscalco Filippo

Blogger, copywriter, project manager. Propositivo e dedito al lavoro, gestisce ogni progetto con passione e dedizione. Appassionato di lettura, scrittura e musica. contatti
DESIGNTEGRATOR.COM | © 2020 | Cookie e Privacy | Agenzia Grafica - Sede di Palermo