Domain Authority e SEO – Andiamo a scoprire come rafforzare la DA

Condividi

SOMMARIO ARTICOLOLa Domain Authority, o “DA”, è una metrica sviluppata da Moz, società SaaS, che stila il grado di posizionamento online di un sito web. La scala è da 1 a 100 (per farla breve, 100 è il miglior punteggio mentre 1 è il peggiore) e, di conseguenza, più alto sarà il nostro ranking, più alta sarà l’autorità del nostro dominio e maggiori saranno le probabilità di posizionamento nei motori di ricerca.

Se fossimo interessati a conoscere la posizione attuale del nostro sito potremmo visitare il link di Moz a questo indirizzo. Per testare, basta inserire l’url desiderato nell’apposita casella a centro pagina; non arrendiamoci se dovesse apparirci un risultato che va da Domain Authority sotto i 30-35; basta seguire alcuni consigli e suggerimenti che porteranno ad un netto miglioramento. Andiamo a scoprirli.

domain authority
Parliamo di Domain Authority

Domain Authority ed Età del nome dominio

Chi lo è diventato lo sa bene, chi ancora ha la fortuna di essere giovane lo saprà presto, ma sicuramente avrà sentito qualcosa come la saggezza arriva con l’età ; ecco, la stessa cosa vale per il nostro nome dominio, e se questi non avesse un’età “adulta” verrebbe classificato più in basso e in questo caso l’autorità del dominio ne risentirebbe parecchio. Oltre alla possibilità di risultare delegittimato dall’utenza.

Al contrario, invece, un nome più anziano arriverà agli occhi dell’utenza in modo più legittimo e avrà un punteggio Domain Authority molto più alto rispetto alla giovane concorrenza. In parole povere, quindi, ogni volta che andiamo a cambiare il nostro dominio non faremo altro che fargli più male che bene, visto che stiamo praticamente distruggendo tutta la credibilità raccolta in anni di fatica, costretti a ripartire da zero. Quindi, la scelta del nome del dominio, non soltanto dovrà essere facile da ricordare e rilevante per la nostra utenza, ma dovremo anche essere disposti a mantenerlo nel tempo.

Domain authority - moz
Una schermata della Home Page di moz

Domain Authority – Ottimizzazione sulla pagina

Quindi, se ci ritrovassimo nelle condizioni di farlo, quelle di cui sopra, è arrivato il momento di ottimizzare quanto segue sulle nostre pagine:


  • Codice
  • Contenuti
  • Struttura del sito
  • Meta tags
  • Altri elementi sulla pagina come: H1, title tag, image alt tag, architettura del sito e così via

Migliorare la DA per mezzo dell’ottimizzazione può rendere il nostro sito più adatto ai motori di ricerca.

Domain Authority e contenuti di qualità

Il nostro scopo potrebbe essere quello di attirare link di qualità da più domini; una maggiore attrazione può arrivare grazie alla creazione di contenuti di qualità, ottimi contenuti, che attirano il pubblico di destinazione. I contenuti non di qualità, scarsi o con ripetuti errori e omissioni porteranno al risultato opposto, quello di far scappare il pubblico. Questo, oltre ad aumentare la nostra DA, ci aiuterà sotto molti altri aspetti SEO aggiuntivi.

Domain authority e link interni

Prima di spazzare il vialetto di casa dobbiamo pulire casa, no? Ecco, prima di pensare ai link esterni andiamo a guardare quelli che già abbiamo e che richiedono la nostra massima attenzione. I link interni spingono l’utenza verso ciò che stanno realmente cercando all’interno del nostro sito web. Questo avrà un doppio vantaggio: i visitatori avranno quello che cercano, con un vantaggio in una migliore esperienza utente, mentre dall’altro lato, noi, vedremo aumentare la nostra Domain Authority.

Domain Authority e backlinks

Questo è un passo essenziale, in quanto ci aiuta e non poco ad ottenere – e mantenere – una ottima DA, cerchiamo quindi di rimuovere i collegamenti non validi; per far questo possiamo aiutarci con strumenti come quello di verifica dei backlink di SEMrush, Moz Explore o Ahrefs Backlink Checker. Grazie a questi strumenti possiamo riconoscere i collegamenti indesiderati o inappropriati; al termine della procedura, contattiamo i responsabili dei siti e chiediamo loro di procedere all’eliminazione del collegamento di aggiungere il tag nofollow. Se non dovesse funzionare possiamo utilizzare lo strumento messo a disposizione da Google, Disavow, al fine di rimuovere questi collegamenti dal nostro profilo.

Conoscere il nostro pubblico, utenza o seguaci

Diventare una figura autorevole agli occhi della nostra community o dei nostri seguaci, i consente di acquisire fiducia e ricevere una serie di consigli utilissimi al nostro fine. Se disponiamo di contenuti importanti o abbiamo delle idee per coinvolgere il nostro pubblico, la nostra utenza ci vedrà come un’autorità. Questo, non soltanto aumenterà la Domain Authority ma migliorerà notevolmente il nostro marchio.

Ottimizzazione per i dispositivi mobili

Sappiamo tutti quanto tempo passa un utente sui dispositivi mobili al giorno d’oggi, e sappiamo benissimo che si predilige l’utilizzo di questi a scapito dei desktop. Non è soltanto una linea di pensiero ma un dato di fatto, è statistica: dal 2014, i dati che riguardano l’utilizzo dei dispositivi mobili è in costante crescita e non teme rallentamenti, anzi; quindi, se il nostro sito non fosse ancora ottimizzato per i dispositivi mobili è l’ora di correre a colmare il vulnus. La mancanza di tale ottimizzazione non solo danneggerà le classifiche di ricerca (Google predilige i siti ottimizzati per il mobile…) ma avremo un ritorno negativo in termini di visite, utenza e clienti. Facciamo quindi un test di ottimizzazione per i dispositivi mobili di Google per il nostro dominio. Il risultato del test ci dirà, per mezzo di un rapporto dettagliato, quanto il nostro sito sia ottimizzato per il mobile e cosa possiamo fare per migliorarlo.

Prestazioni del sito web

Quante volte vi è capitato di entrare in una pagina e sentire una tremenda frustrazione a causa della lentezza con cui la, o le pagine, si caricavano? Tante volte, ne sono sicuro; ecco, questo non piace a noi e non piace a nessun altro. Va da se che se il nostro sito avesse questi problemi, al fine di evitare una migrazione degli utenti verso altri lidi, dovremmo porvi rimedio immediatamente. Innanzitutto, dobbiamo cercare la causa e possiamo farlo con PageSpeed Insights di Google, che analizzerà la velocità del nostro sito web, offrendoci consigli efficaci per migliorare la velocità e aumentare, di conseguenza, la DA.

Domain Authority e social media

Per terminare questa carrellata di consigli parliamo di canali social: aumentare il nostro impatto su queste piattaforme porterà il nostro dominio ad acquisire più autorità, quindi è importante aumentare i nostri social signals (si intende tutte quelle azioni che gli utenti fanno attraverso i social network: un like, un tweet, la condivisione di un post, eccetera eccetera). Anche se i motori di ricerca come Google non insisteranno sul fatto che i siti rendano i social signals una priorità al fine di migliorare il loro posizionamento, il sito dovrà comunque sfruttare le piattaforme sociali per:

  • Promuovere servizi e prodotti+
  • Promuovere siti
  • Parlare alla gente di eventi e contest

Quindi, piuttosto che remare da soli nei motori di ricerca, i siti avranno maggiori opportunità di ottenere “mi piace”, tweet e quant’altro attraverso i social.

Abbiamo visto come l’autorità del dominio è fondamentale per il nostro sito; la DA, innanzitutto, ci consente di analizzare il rendimento del nostro sito, di confrontare le prestazioni con quelle della concorrenza mostrandoci il posto in cui ci troviamo nei risultati dei motori di ricerca. Quindi, mettiamoci all’opera e iniziamo ad aumentare e mantenere il nostro punteggio Domain Authority.

Buona fortuna!

Informazioni Autore

Maniscalco Filippo

Blogger, copywriter, project manager. Propositivo e dedito al lavoro, gestisce ogni progetto con passione e dedizione. Appassionato di lettura, scrittura e musica. contatti
DESIGNTEGRATOR.COM | © 2020 | Cookie e Privacy | Agenzia Grafica - Sede di Palermo