Sviluppare una Brand Identity di successo – La guida per designer

Condividi

E’ il cuore, il fulcro dell’azienda grazie alla quale arriviamo al pubblico e alla nostra clientela: parliamo di identità di brand, della sua definizione e di come costruirne una al fine di mantenere una coerenza, un filo visivo e comunicativo, applicando lo sviluppo sia ai progetti cartacei che digitali. Oggi vedremo, dunque, quali sono le basi per sviluppare la brand identity.

sviluppare una brand identity
Sviluppare una brand identity di successo

Non bisogna dimenticare che il concetto è di fatto la forma più profonda del nostro marchio; quando un’azienda apre i battenti, o vuol rimodernare tutto, getta di fatto le fondamenta per il futuro e buona norma (una regola a nostro avviso) sarebbe quella di pensare sin da subito all’immagine coordinata, che deve essere vista dal pubblico che intendiamo raggiungere come proveniente dalla stessa entità, mantenendo quindi coerenza nella comunicazione della nostra azienda coordinando gli elementi grafici in tutti i nostri mezzi comunicativi.

La competizione è tanta ed è fondamentale che il cliente ci riconosca e che percepisca tutto – dalle brochure, biglietti da visita e carta intestata passando per i canali social e il sito web. Insomma tutto – come un’unica entità. E questo è fondamentale per sviluppare una identità che abbia successo.

Pensiamo noi alla tua Brand Image

Studiamo, progettiamo e sviluppiamo la tua Brand Image di pari passo con te e in base alle esigenze tue e del mercato di riferimento. Contattaci o sfoglia i nostri Pacchetti.

Ma di fatto, cosa è una brand identity?

Andando maggiormente nel dettaglio nella definizione di brand identity : L’identità del marchio non è altro che un insieme di elementi atti a mostrare la propria identità al consumatore. Importante è non confondere la brand identity con i termini “branding” o “brand image”. Spesso si fa confusione nella distinzione di tali diciture ed anche se hanno comunque un collegamento sostanziale è importante dargli il giusto significato.

Definizione Brand

Il brand non è altro che la percezione di un azienda agli occhi del consumatore. Un nome, simbolo, un marchio (in merito a questo termine, attenzione a non confonderlo con quello strumento utilizzato per tutelare legalmente la propria immagine), con cui vengono identificati i servizi o prodotti del fornitore.


Definizione Branding

Nel marketing il termine branding plasma attivamente la distinzione di un marchio.

Lo so, può sembrare tutto un po’ confusionario. Oggi concentriamoci sulla brand identity, sulla sua definizione e su come sviluppare una di successo, approfondiremo i termini collegati in un articolo dedicato.

Tornando alla brand identity

Andiamo un po nello specifico. Per portarvi un esempio pratico, spicciolo, supponiamo tu sia attratto dal tuo compagno (o compagna) di banco e vuoi fare il possibile per attirare la sua attenzione, non puoi semplicemente costringerlo ad uscire con te, dovrai piuttosto lavorare sulla tua immagine.

Quindi inizi ad informarti su di lui/lei, cerchi informazioni sui suoi gusti musicali o in termini di cibo. Cerchi di capire quale potrebbe essere il suo partner ideale, caratterialmente ed esteticamente. Quindi vai a fare shopping, compri un nuovo vestito che sai possa attirare la sua attenzione, sistemi il taglio dei capelli e magari compri anche l’ultimo album della sua band preferita.

Ecco, ciò che stai facendo non è altro che un lavoro per sviluppare la tua immagine desiderata, stai cercando di ottenere una tua identità per progettare quel marchio che sai possa piacere al tuo futuro (speriamo) partner.

Tutti questi elementi tangibili, il vestito, il taglio di capelli, l’album musicale, rappresentano la brand identity, ovvero per definizione ciò che ti renderà riconoscibile nei confronti dei tuoi clienti e che ti permetterà di sviluppare una connessione con essi.

Sviluppare una brand identity di successo - firefox brand identity
Firefox Brand identity design

Sviluppare la Brand Identity – Le fasi

1. Ricerca

  1. Acquisizione della fiducia con il tuo target
  2. Capire i propositi dietro al tuo marchio
  3. Ricerca dell’audience e dei competitors
  4. Prepararsi alla (sana) competizione

2. Sviluppo

  1. Voice e messaggio
  2. Sviluppo di una visual identity
  3. Ricerca di un design che identifichi lo scopo
  4. Ricerca e scelta tipografica
  5. Monitora la tua visual identity

Sviluppare la Brand identity – Iniziamo?

Prima di iniziare a sviluppare il tuo brand è importante effettuare una fase di ricerca che ti aiuti a capire diversi concetti dietro al messaggio che vuoi comunicare. Avere ben chiaro qual’è la tua missione, i valori della tua azienda e la relativa personalità è fondamentale per poter creare una brand identity di successo.

#1 Acquisiamo fiducia con il tuo target.

Potrebbe sembrare un passo successivo alla fase di ricerca, invece lo sviluppo della fiducia con i clienti è basilare. Si stima che più della metà dei consumatori preferiscono acquistare i loro prodotti da aziende con cui hanno familiarità. È qui che entra in gioco il posizionamento e la messaggistica del brand.

Sviluppare una Voice identity unica migliorerà la fiducia con il tuo target di riferimento, catturandone l’attenzione. In questo i canali marketing aiutano tantissimo ; distinguere la propria identità grazie all’utilizzo, ad esempio, dei social media potrebbe aiutarti tantissimo in tal senso.

#2 Capire i propositi dietro al tuo marchio

Potrebbe sembrare scontato ma in realtà non lo è poi così tanto ; tanti sono, purtroppo, i (non) professionisti che saltano questi cruciali, sicuramente noiosi, passaggi in fase di ricerca ed è proprio da qui che si percepisce quando un’azienda ottiene o meno successo.

Conoscere gli scopi del tuo business ti aiuterà a capire valori e propositi che stanno dietro alla tua immagine aziendale, non puoi dichiarare la tua unicità o per quale motivo la gente dovrebbe comprare i tuoi prodotti se non sei chiaro su questi punti essenziali.

Per favore, mantieni l’ordine!

L’ordine e la pianificazione ti aiuteranno a comprendere i vari passi da seguire. Sarebbe, ad esempio, consigliato prendere appunti ed iniziare a porti ad alcune domande che ti aiuteranno nella successiva fase di sviluppo :

  1. Cosa rende la tua azienda diversa dalle altre?
  2. Perche il consumatore dovrebbe preferire te ad altri competitors?

Utilizza la risposta a queste domande anche per sviluppare un payoff e delle keyword di successo.

Sviluppare una brand identity di successo - nike just do it payoff
La storica frase che ha reso il brand nike un must

Prendiamo il network envato per fare degli esempi pratici ; se mettiamo per un attimo da parte il fatto che envato è stato tra i primi (se non il primo), con Themeforest e Graphicriver, a creare un marketplace online per designer e sviluppatori, possiamo osservare come nel tempo e con l’avvento di numerosi nuovi competitors nati abbiano mantenuto un posto di rilievo nel settore della compravendita online di applicazioni ed elementi grafici e di sviluppo.

Dovendo dare una risposta intuitiva a tale quesito potremmo pensare che il loro successo è dovuto unicamente alla loro posizione di rilievo sin dall’inizio della loro avventura. Se invece facciamo un’analisi più approfondita di come envato si è evoluto nel tempo possiamo facilmente osservare alcuni punti forti che lo rendono tuttora una delle più importanti risorse per professionisti del digitale :

Massima interazione con l’utente.

Sotto questo punto di vista envato ha lavorato parecchio dall’inizio ; aver dato all’utente la possibilità di scegliere di vendere unicamente sul loro marketplace o di condividere i prodotti su altre piattaforme è stata un’introduzione interessante.

Ma le più interessanti risultano sicuramente l’introduzione di tuts+ (sostanzialmente un blog dove vengono pubblicati tutorial sullo sviluppo di applicativi digitali) ed envato elements ; quest’ultimo è un marketplace esattamente come envato market. Quale è la differenza? Beh, mentre su envato market compri elementi individuali, su elements l’utente acquista un piano mensile o annuale unico, ottenendo l’accesso ad oltre 600.000 elementi di sviluppo.

Sviluppare una brand identity di successo - envato elements
envato elements ha reso la sua identità unica offrendo all’utente molteplici opzioni.

Si tratta, probabilmente, della più importante introduzione, anche se sono tante le novità che annualmente presentano ai loro utenti. Fondamentalmente, mentre molti restavano nella loro “terra di mezzo”, rendendo disponibile un’unica opzione di vendita, envato ha fatto la cosa più semplice quanto sensata, ovvero dare una doppia opportunità al consumatore, staccandosi notevolmente dai competitors. Questo è ciò che ha reso e continua a rendere envato un vero e proprio leader nel settore della compravendita online.

#3 Audience e competitors.

Siamo ancora in fase di ricerca e ciò di cui parleremo in questo punto non dico essere più importante, in quanto ogni step ha il suo scopo ed il suo impatto nella buona riuscita del progetto di brand identity, nel capirne anche la definizione. Diciamo pure che se dovessimo stilare una classifica sommaria allora quanto segue è, sicuramentd, tra le fasi più importanti.

In questo passaggio dovrai concentrarti su due tipi di ricerca, ovvero quella che riguarda Audience e Competitors

Pensiamo noi alla tua Brand Image

Studiamo, progettiamo e sviluppiamo la tua Brand Image di pari passo con te e in base alle esigenze tue e del mercato di riferimento. Contattaci o sfoglia i nostri Pacchetti.

Brand identity – Ricerca dell’audience.

Abbiamo visto la definizione di brand identity e come lo sviluppo di una brand identity di successo richieda diverse azioni che vanno dalla fase di ricerca a quella dello sviluppo pratico. Le fasi descritte in questo articolo sono essenziali ; come già sottolineato, non c’è un solo passaggio che sia più o meno fondamentale rispetto ad un altro, ma ci sono senza dubbio quelle che richiedono maggiore attenzione, in una determinata fase, rispetto ad altre che ne richiederanno altrettanta al passaggio della fase dedicata.

Per creare una brand identity che sia memorabile letteralmente parlando, e che quindi resti ben impressa nella mente del consumatore, è fondamentale conoscere la propria audience, quindi il pubblico di riferimento. Questo servirà a sviluppare una corretta Voice identity che ci aiuterà nella comunicazione con l’utente. Durante lo studio della tua audience cerca di rispondere ad alcuni importanti quesiti come :

  1. Perché la tua audience acquista?
  2. In quale periodo dei 365 giorni preferisce acquistare?
  3. Quale budget hanno a disposizione.
  4. Punti deboli, interessi, motivazioni, obiettivi.

Insomma, manteniamo un contatto stretto con i nostri utenti cercando di mantenere alte aspettative e bisogni. Un ottimo metodo per studiare le preferenze della tua audience è quello di pubblicare sondaggi, fare domande mediante l’utilizzo dei canali social chiedendo cosa preferiscono di noi e perché ci scelgono rispetto ad altri competitors. Pubblichiamo quesiti anche per migliorare il rapporto con gli utenti cercando di capire cosa potrebbe rendere il nostro business sempre più funzionale ed attrattivo nei loro confronti.

Tra le più interessanti

  1. Quale è quell’unica cosa, secondo te, che ci contraddistingue?
  2. Quale altra azienda hai considerato prima di scegliere noi?
  3. Con che probabilità ci consiglieresti ad altri?
  4. Se potessi cambiare qualcosa del nostro servizio, quale sarebbe?

Brand identity – Competitors research.

Capire i concorrenti può sembrare semplice, in realtà è un’attività che richiede il suo tempo e le giuste strategie, sicuramente più semplici rispetto a quelle della ricerca dell’audience ma altrettanto importanti.

Ciò che è importante è non limitarsi a visionare il loro sito web, piuttosto presenziare ai loro eventi e webinar, controllare i canali social ed analizzare le loro campagne marketing, magari iscrivendosi anche alla loro newsletter. In particolare ricorda di studiare :

  1. Canali marketing
  2. Slogan, value proposal e brand mission
  3. Il rapporto con i loro utenti e cosa essi pensano di quel brand.
  4. La loro voice identity ed il tono con cui comunicano.
  5. La loro visual identity

Ricorda, copiare è peccato 🙂 , parlando seriamente il tuo scopo deve essere l’analisi comparativa ed relativo miglioramento del tuo business. In tal proposito esistono diverse opzioni, plugin e tools online che possono aiutarti in queste ricerche di mercato. Le infografiche, ad esempio, sono un ottimo strumento per monitorare ed avere sempre sott’occhio le nostre analisi di mercato.

Sviluppare una brand identity di successo - infografiche e marketing tools online
infografiche e marketing research tools

#4 Prepararsi alla sana competizione.

L’oceano del business è ormai talmente immenso che ci si perde, per dirla in maniera spicciola. Siamo bombardati ogni giorno da messaggi che ci invitano all’acquisto di determinati prodotti e, a volte, siamo anche in difficoltà nella scelta dello store al quale affidarci.

Vi siete mai chiesti perché, nello specifico, alla fine scegliete uno store rispetto ad un altro? Sicuramente se gestisci un business lo avrai fatto, se invece sei un semplice consumatore è probabile di no.

Spesso la nostra scelta è determinata da una forte brand identity che contraddistingue lo store al quale di affidiamo.

Ti racconto la mia esperienza

Se dovessi raccontare un’esperienza personale vi parlerei di quando ho acquistato la mia attuale Fender Jazzmaster che per chi mastica un po’ di musica saprà certamente che si tratta di una chitarra elettrica. Non avevo idea di dove comprarla ed il mio store di fiducia non l’aveva disponibile nell’immediato.

Dando un’occhiata ai vari negozi online mi sono imbattuto in uno store Milanese abbastanza famoso e dopo avergli fatto una richiesta tramite email ricevetti una risposta che non mi lasciò dubbi sul fatto che avrei acquistato da loro ; velocità di comunicazione, cordialità e voice identity piuttosto amichevole, oltre ad ottimi prezzi.

Dopo questa esperienza non solo ho acquistato da loro la mia chitarra, ma ho anche abbandonato il mio vecchio store di fiducia, che di certo non si distingue per cordialità, ed ho iniziato a seguire i loro canali social.

Con questo aneddoto cerco di farti capire quanto la tua brand identity è fortemente collegata al mondo in cui comunichi con i tuoi clienti o potenziali tali (vedi la sezione “sviluppo del messaggio e voice identity”).

Avere una identità unica farà si che l’impressione agli occhi del consumatore sia memorabile ed attrattiva. Questo permetterà di distinguere il tuo brand dalla concorrenza e di sviluppare una brand identity di sicuro successo.

tone of voice - voice identity
Esempio di Voice identity utilizzato da mailchimp

Fase 2 – Sviluppare una brand identity di successo.

Dopo aver studiato, programmato e messo in atto tutti i vari step che racchiudono la prima fase di ricerca, dopo aver capito la definizione di Brand identity, passiamo alla seconda ovvero quella che riguarda lo sviluppo. Abbiamo concluso la fase uno parlando di voice identity ed è proprio da qui che inizieremo con la seconda parte di questa mini guida.

#1 Messaggio e Voice

Una volta acquisite tutte le informazioni necessarie ed effettuato ricerche su competitors, audience, sui propositi e le intenzioni del tuo marchio, dopo aver fatto ricerche di mercato sul target di riferimento è ora di passare allo sviluppo vero e proprio partendo dal tipo di messaggio che vorrai comunicare e da come vorrai comunicarlo mediante ciò che nel settore viene chiamato Voice identity. Utilizza un buon messaggio comunicativo per sviluppare una brand identity di successo.

Anche se questa non è legge è pur vero che il tono del messaggio con il quale comunichiamo alla nostra audience è, spesso, strettamente collegato al settore a cui facciamo riferimento ; nel settore del business e della finanza si utilizzerà un tono diverso rispetto ad una azienda che produce, che so, biscotti. Questo principalmente perché si tratta di due settori diametralmente opposti, ma sottolineo che questa non è legge di settore e più che altro tale pratica è iniziata a scemare a partire dagli anni 80.

Detto questo, utilizzate il tono che desiderate per comunicare alla vostra audience ; Serio? Scherzoso? Professionale? Ironico? Scegliete quello che si addice, più che al settore, all’identità che avete scelto per la vostra azienda in modo da mantenere coerente il messaggio che utilizzate sui vari canali comunicativi. Credo sia superfluo dire che l’importante è non scadere mai nel volgare ed offensivo, ma sapete come funziona… È sempre meglio specificare.

brand voice e messaggio
Coca-Cola si è sempre contraddistinta per il suo voice tone. Ecco un esempio.

#2 Creare una visual identity.

Siamo arrivati alla fase che ci permetterà di scegliere il design che andrà a rappresentarci. È il momento di identificare i vari elementi visuali che completeranno il nostro messaggio e questi comprendono palette colori, logo, font più tutti gli elementi che compongono una corporate identity (biglietto da visita, carta intestata, brochure ecc).

#3 Identificare il design – Scelta dei colori

La scelta della palette colori è l’inizio di questa avventura visuale, in quanto tutto ciò che verrà dopo, quindi logo, caratteri ed elementi tipografici, dovranno essere identificati con gli stessi colori.

È importantissimo mantenere una coerenza anche in tal senso e rispettare la colorazione che utilizzeremo ; cerchiamo di diventare la scelta di vestirci da arlecchino ed utilizzare tanti colori, manteniamo un profilo medio ed utilizziamo le colorazioni in maniera coerente su tutti gli elementi che comporranno la nostra visual identity.

Questa parte può sembrare superficiale per chi non è del settore, invece la scelta dei colori è essenziale tanto quanto tutte le fasi che compongono questa guida ; non solo uniformità e coerenza dei colori che utilizzeremo per logo, sito web e quant’altro renderanno memorabile la nostra brand identity ma influiranno sulla psicologia dell’utente in quanto ogni colore lascerà il suo impatto sul pubblico .

Hai mai riflettuto sul perché facebook, twitter e tantissimi altri brand di successo utilizzano colorazioni che sfumano verso il blu? Semplicemente perché il blu è un colore che ispira fiducia e lealtà, così come il rosso comunica azione, energia, passione.

Sviluppare la Brand Identity – Occhio ai colori

Occhio però, perché è vero che ogni colore ha il suo impatto positivo sulla nostra mente, ma è altrettanto vero che susciterà anche emozioni negative, ad esempio il blu comunica fiducia, ma può comunicare anche tristezza.

Quindi fai molta attenzione alla scelta dei colori che utilizzerai, mantieni sempre un profilo medio e, come detto in precedenza, non esageriamo in modo da non appesantire l’occhio del nostro utente.

In tal proposito esiste una tecnica chiamata 60/30/10, ovvero percentuali che andremo ad utilizzare in una palette colori composta da tre elementi, dove il colore dominante sara utilizzato per il 60%, quello mezzano avrà un 30% di visibilità ed il restante 10% è riservato a colori che possono dar fastidio se utilizzati più del dovuto, anche questo fa parte di una buona riuscita quando cerchiamo di sviluppare una brand identity di successo. Di questa tecnica ne parleremo più avanti in un articolo dedicato. Di seguito alcuni esempi di palette colori coerenti ed armoniose.

Brand identity - palette colori
Una palette colori piuttosto in voga negli ultimi anni
Sviluppare brand identity- palette colori
I colori suscitano diversi tipi di emozioni

Ideare, progettare e sviluppare il logo.

Ricorda e tieni bene a mente un concetto importante : un logo deve identificare più che spiegare. Ciò che a noi interessa durante la progettazione del logo è mantenere univoca e coerente la nostra identità in modo da poter collegare i vari elementi che compongono la nostra brand identity.

Ciò che invece possiamo fare, piuttosto che spiegare di cosa ci occupiamo, potrebbe essere il racconto di una storia ; sono tanti gli esempi di loghi che si distinguono in tal senso. Il logo di Twitter, immediatamente riconoscibile, racconta il mondo dei social media mediante l’utilizzo di un uccellino che rappresenta la liberta di comunicazione e condivisione.

Il logo del famoso marchio Beats è piuttosto semplice ed è composto da un cerchio con una B al suo interno. Ebbene, non si tratta solo di un cerchio, rappresenta anche una testa umana e la B al suo interno lascia intendere un paio di cuffie indossate.

beats headphones
Il logo del famoso marchio Beats

Il logo di amazon, invece, è composto da una freccia che parte dalla A e si conclude subito sotto la Z. Questo è un messaggio piuttosto chiaro che sta a significare che da loro puoi acquistare di tutto, dalla A alla Z, appunto.

logo amazon
Il logo di amazon.com

Parleremo in maniera più approfondita dei passaggi per la realizzazione di un logo efficace in un articolo dedicato.

#4 Brand identity – Scelta dei fonts.

Esattamente come il logo e tutti gli altri elementi visuali che compongono la nostra brand identity, anche i fonts hanno una loro personalità ; qualche paragrafo più su abbiamo parlato circa l’importanza di mantenere una coerenza e uniformità e questo vale per i colori tanto quanto per la scelta tipografica.

Anche qui è importante non esagerare ; cerca di non andare oltre due tipi di caratteri, mantieni una sorta di unione anche in questo senso. Cerca anche di giocare con gli stili del carattere che andrà a scegliere ; utilizza, ad esempio, un contrasto tra il testo del logo e quello del payoff e per contrasto non intendo solo di colore, ma anche di differenza tra grassetto e thin, tra posizioni.

Scegli dei caratteri di facile lettura, anche qui non esagerare, è sempre meglio non appesantire l’occhio di chi ci guarda. Ricorda che per sviluppare una brand identity di successo l’utilizzo di un buon contrasto aiuterà a rendere il tutto più intuitivo e memorabile agli occhi dell’utente.

Sviluppare brand identity - tipografia
Un buon contrasto renderà la tua brand identity più efficace.

Monitorare la tua visual identity.

Una volta completati i processi di ricerca e dopo aver sviluppato la tua visual identity pensi che il lavoro sia finito? Perché se lo pensi sei totalmente fuori strada in quanto è proprio qui che inizia il tutto.

Una parte essenziale per mantenere attiva e ben salda la nostra visual identity è quella che riguarda il monitoraggio. Resta consistente con il tuo marchio, sfrutta l’utilizzo dei canali marketing per condividere i tuoi elementi grafici, aggiorna costantemente il tuo sito web e, come specificato qualche paragrafo sopra, ricorda di utilizzare sondaggi e polls per monitorare le preferenze e livello di gradimento dei tuoi utenti.

Utilizza la voice identity che hai precedentemente sviluppato per comunicare novità ed aggiornamenti alla tua fanbase. Non farli mai sentire abbandonati, ricorda che la consistenza è la chiave di tutto. Un ottimo modo per rimanere sempre sul pezzo per sviluppare una brand identity di successo e monitorare le tue attività è quello di sfruttare le infografiche. Ne abbiamo parlato proprio in questo articolo, vai a dare un’occhiata se vuoi saperne di più su come impostare una buona infografica.

Abbiamo visto la definizione di brand identity, abbiamo visto come sviluppare una immagine fortemente personale e quali sono le principali tecniche per sfruttarla al meglio. Vediamo adesso alcuni esempi di brand con un’identità forte.

Esempi di brand con una forte identità.

Sarebbero tanti, troppi se dovessimo fare una lista dei brand con una forte identità, quindi abbiamo deciso di includere tre di quelli che riteniamo essere tra i TOP brand con personalità uniche e memorabili.

1. Apple.

Quando parliamo di brand con un’unica e soprattutto forte identità non possiamo non menzionare Apple. L’azienda di Cupertino ha fatto della qualità tecnica ed estetica un suo punto forte nel settore della tecnologia.

Brand - apple
Apple è una delle aziende con una forte personalità.

2. Google.

Anche qui, non possiamo limitarci dal citare il colosso Californiano. Google, nato come motore di ricerca, ha reso la sua azienda un must nel settore internet e delle telecomunicazioni.

Brand - google
Google è nato come motore di ricerca divenendo in poco tempo il più importante.

3. Coca cola.

È senza dubbio la bevanda più copiata al mondo. In tanti ci hanno provato, troppi hanno fallito e pochissimo ci sono arrivati (poco) vicino.

Brand Coca cola
Coca cola è stata resa anche un’icona natalizia grazie alle sue azzeccate campagne marketing

Pensiamo noi alla tua Brand Image

Studiamo, progettiamo e sviluppiamo la tua Brand Image di pari passo con te e in base alle esigenze tue e del mercato di riferimento. Contattaci o sfoglia i nostri Pacchetti.

Informazioni Autore

Salvatore Maniscalco

Designer, sviluppatore, creativo. Nel settore della comunicazione dal 2008, gestisce i progetti con l'entusiasmo del primo giorno. Appassionato di scrittura, lettura e musica. Contatti
DESIGNTEGRATOR.COM | © 2020 | Cookie e Privacy | Agenzia Grafica - Sede di Palermo